Skip to main content

Rivediamo le leggi che tradiscono la Costituzione e rilanceremo l’Italia

PENISOLA Un popolo di poeti, Colosseo quadrato, foto di Nicola Bruni 664x289anche gli oppositori della riforma renzi-boschi si sono detti d’accordo sugli obiettivi. la contrapposizione, almeno a parole, riguardava modalità e soluzioni. ma, allora, permanendo la vigente costituzione perché non mettere mano alla revisione delle leggi attuative che non funzionano? il cnel è una istituzione in cerca d’autore. non potendo abolirlo si individuino ruolo e funzioni che lo possano rendere utile. idem per le province. il bicameralismo perfetto non può essere superato, ma certamente possono essere rivisti i regolamenti parlamentari semplificando procedure e votazioni. insomma, riprendiamo il testo della riforma abortita (non dimentichiamo che ha ottenuto il 40% dei consensi) e iniziamo a rivedere le leggi attuative che tradiscono lo spirito della costituzione.  forse nessuno passerà alla storia, ma faremo la storia.

×

Iscriviti alla newsletter