Il Bloc Notes di Michele Magno

Circoli viziosi

Matteo Renzi riparte dai circoli del Pd: “Prendi un circolo, accarezzalo e diventerà vizioso (Eugène Ionesco)”.

****

Je suis marxiste, tendence Groucho

“La politica [in Italia] è l’arte di cercare guai, di trovarli sempre e dovunque, di farne una diagnosi inesatta e di applicare i rimedi sbagliati”.

****

Migranti

Sarò un cinicone, ma a me quel “voi italiani siete eroici” di Jean-Claude Juncker suona come una solenne presa per i fondelli.

****

Flat tax o imposta progressiva? 

Luigi Einaudi diceva che con dieci lire un povero ci compra la minestra, un ricco una poltrona alla Scala (idest, i soldi hanno un valore diverso a seconda di chi li possiede).

****

La mente di Dio

Raffiniert ist der Herr Gott, aber boshaft (hinterlisting) ist Er nicht, (“Sottile è il Signore, ma non malizioso”). Questo motto, inciso sopra un caminetto nella sala di ritrovo del Dipartimento di matematica di Princeton (dove insegnò Albert Einstein), significa che la mente di Dio è sottile, non già che egli è furbo o astuto, che è profondo ma non falso e ingannatore.

****

Non sono ateo

I am not an Atheist: non sono ateo, diceva Albert Einstein. Non sono, intendeva, “sordo alla musica delle sfere”, cieco davanti allo splendore del cosmo. Emozioni profonde, che l’uomo nutre e manifesta da sempre, precisamente quelle di cui parla Giacomo Leopardi nell’Inno ai Patriarchi (1822). Che cosa accadde quando l’uomo vide la prima alba? Semplicemente inizia, secondo il poeta, la “maledizione della conoscenza”, come la chiamerà in modo lapidario Thomas Mann.

****

Religione e non politica

“[…] quando io dico: religione e non politica, non mi vanto di possedere la religione. Me ne guardo bene; no, non possiedo alcuna religione. Se però col termine religiosità è lecito intendere quella libertà che è una via, non una mèta raggiunta; che significa apertura, duttilità, disposizione verso la vita, umiltà, e anche cercare e tentare, dubitare e sbandare; che significa una via, ripeto, verso Dio o, se volete, magari verso il demonio -purché, per amor di Dio, non sia l’incallita sicumera, l’ipocrisia del gran proprietario della fede-, bene, può anche darsi che io arrivi a dire che un po’ di siffatta libertà e religiosità mi appartiene” (Thomas Mann, Considerazioni di un impolitico, 1918).

Condividi tramite