La tela diplomatica di Salvini, fra gli Stati Uniti e la Russia

La tela diplomatica di Salvini, fra gli Stati Uniti e la Russia
Il vicepremier Salvini sarà ospite di Confindustria Russia, ma non si escludono altri incontri. Intanto ieri ha avuto un colloquio con l'ambasciatore americano Lewis Eisenberg

Il ministro Matteo Salvini sarà ospite di Confindustria Russia mercoledì 17 ottobre a Mosca. Con una nota di agenzia secca e poco argomentata, si rende noto dunque che il ministro dell’Interno si recherà nella capitale russa per assistere all’assemblea degli indistriali e che al suo termine terrà una conferenza stampa. “In agenda – si legge – non ci sono altri impegni”. L’annuncio dell’appuntamento di Salvini arriva all’indomani dell’incontro con l’ambasciatore americano in Italia, Lewis Eisenberg, in cui il ministro dell’Interno aveva parlato di Libia, sicurezza interna e contrasto all’immigrazione clandestina.

“Voglio ringraziare fin da ora gli Stati Uniti per il sostegno alla Conferenza internazionale sulla Libia che si svolgerà il mese prossimo a Palermo”, ha detto ieri Salvini. “Per l’Italia e per l’Europa la stabilizzazione della Libia è una priorità strategica”. Durante l’incontro è stata sottolineata la comunanza di vedute e l’ottima collaborazione tra i due Paesi sui dossier aperti e in discussione al G6 di Lione. “Spero di poter andare presto a Washington per incontrare il Presidente Trump, sicuramente dopo le elezioni di mid term del prossimo novembre”, ha concluso il titolare del Viminale.

“Parteciperò all’assemblea di Confindustria Russia per incontrare imprenditori italiani che portano alto il nome del made in Italy in Russia nonostante le sanzioni”, ha spiegato Salvini in riferimento al prossimo viaggio in Russia, ma non è escluso che ci siano degli incontri anche con esponenti del partito di Vladimir Putin, Russia Unita, incontro che arriverebbe dopo quello, a Roma, con Marine Le Pen e quello di fine agosto con il presidente Ungherese Viktor Orban, con cui il dialogo per un’alleanza sovranista continua senza troppi scossoni. Il motivo della visita a Mosca, spiega il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, a Mosca per il Salone del mobile, “mi sembra che sia lo stesso motivo per il quale io sono qua a Mosca adesso: cercare di sostenere la nostra imprenditoria”. Secondo Fontana, il vicepremier e ministro dell’interno vuole “dimostrare la vicinanza e la grande credibilità che abbiamo in tutta l’imprenditoria”.

Un doppio dialogo, quello di Salvini, con due Paesi strategici per l’Italia, in un momento non facile come quello attuale, in cui l’Italia – almeno in Europa – rischia l’isolamento per le politiche economiche del suo governo.

ultima modifica: 2018-10-11T10:10:38+00:00 da Chiara Masi

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: