Martedì 28 maggio a Milano in Borsa Italiana la seconda edizione del Premio Deloitte ‘Best Managed Companies’

Martedì 28 maggio a Milano in Borsa Italiana la seconda edizione del Premio Deloitte ‘Best Managed Companies’

A Palazzo Mezzanotte 46 aziende saranno insignite del premio ‘Best Managed Companies’ di Deloitte, nato per supportare e premiare le aziende italiane eccellenti per capacità organizzativa, strategia e performance

Saranno 46 le “Deloitte Best Managed Companies” (BMC), ovvero le aziende che si sono distinte per strategia, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance, internazionalizzazione e sostenibilità, che verranno premiate in Borsa Italiana nell’ambito dell’iniziativa Deloitte sostenuta da ALTIS Università Cattolica, da ELITE – il programma del London Stock Exchange Group che supporta lo sviluppo e la crescita delle imprese ad alto potenziale – e da Confindustria.

Attraverso l’analisi di fattori critici di successo individuati da Deloitte e una metodologia di selezione sviluppata da più di 25 anni a livello internazionale, l’obiettivo di questa iniziativa è quello di raccogliere best practice che siano di esempio per le aziende di tutta Italia, ma anche di creare un processo di stimolo e supporto dedicato alle stesse Best Managed Companies per il loro continuo miglioramento, anche tramite networking tra i partecipanti al premio sviluppato in 20 paesi.

“Best Managed Companies-afferma Andrea Restelli, Partner Deloitte e Responsabile Best Managed Companies- non è solo un award, ma anche un programma di crescita per le realtà aziendali, che anche quest’anno hanno avuto la possibilità di essere supportate da professionisti Deloitte ed esperti durante il loro percorso di candidatura e self assessment su fattori critici di successo, quali strategia aziendale, competenze e innovazione, impegno e cultura aziendale, governance e performance finanziarie, internazionalizzazione e CSR – con l’obiettivo di potersi confrontare con player di livello internazionale in un contesto di business in continuo mutamento”   .

Il premio Best Managed Companies rientra nell’ambito di Deloitte Private, brand Deloitte che sviluppa una business solution strategica nata per supportare imprese familiari, i family office e gli investitori privati, le Piccole Medie Imprese quotate e non ed i Private Equity nel rispondere ai bisogni e alle sfide in un panorama globale sempre più complesso, con un approccio multidisciplinare in ambiti quali la revisione, tax & legal, consulting, risk e financial advisory. Il sostegno fornito da Deloitte Private spazia dai servizi di innovazione a quelli sulla continuità generazionale, da quelli sul risk management e governance a quelli di ottimizzazione dei processi, supportando l’accesso al credito e l’internazionalizzazione.

L’evento finale del Best Managed Companies Award- dichiara Ernesto LanzilloSenior Partner di Deloitte e Private & Family Business Leader dell’area Central Mediterranean (Italia, Grecia, Malta)- sarà l’occasione per lanciare una nuova indagine Deloitte Private, ‘Prospettive globali per le Aziende Private’, basata su oltre 2500 interviste condotte a livello globale, di cui 150 in Italia. Lo studio evidenzia come, in uno scenario offuscato da alcuni segnali di rallentamento, tra cui attacchi informatici, tensioni commerciali e incertezze geopolitiche, nonché da una serie di fenomeni capaci di mutare il contesto di riferimento, come l’avvento di nuove tecnologie, la globalizzazione, la necessità di confrontarsi una nuova generazione di talenti con aspettative e attitudini diverse, non si possa prescindere da alcuni elementi chiave, che non a caso  sono anche i ‘pillar’, le fondamenta, alla base del nostro premio. Ci riferiamo ad aspetti come l’impegno e cultura aziendale (a garanzia della qualità dei prodotti e dei processi), l’internazionalizzazione, l’innovazione, la strategia e la governance. Questi sono gli elementi su cui valutiamo le aziende e su cui, con il percorso Best Managed Companies, le supportiamo nell’ottica di favorirne la crescita in questo contesto mutevole e incerto, dove non è più sufficiente poter contare su solide performance finanziarie”. 

ultima modifica: 2019-05-26T23:11:38+00:00 da Roberto Race