Così Digithon scommette (ancora) sui giovani. Start up alla ribalta

Così Digithon scommette (ancora) sui giovani. Start up alla ribalta
La manifestazione, alla sua quarta edizione, premierà nella giornata di domenica la startup dell'anno. L'obiettivo a lungo termine è porre le basi per creare una canale di comunicazione tra le nuove realtà digitali e gli imprenditori disposti a scommettere sui giovani innovatori

Si è aperta ieri a Bisceglie (Puglia) la maratona digitale Digithon, giunta alla sua quarta edizione. La manifestazione, organizzata dal neo ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, “non è un incubatore, ma qualcosa spero di diverso, un luogo di incontro permanente, che avrà sempre il momento clou nella settimana della maratona”, ha spiegato Boccia.

La manifestazione, che si chiuderà l’8 settembre con la premiazione della startup dell’anno, ha un calendario ricco di eventi, incontri e dibattiti con esperti e ospiti di primo piano del mondo delle istituzioni, della cultura, delle imprese e dell’informazione che si confronteranno sui temi legati a digitale e innovazione. A spiegare la necessità del contatto tra i giovani sviluppatori e le aziende, è stato lo stesso boccia aprendo la seconda giornata di incontri: “Dobbiamo andare oltre e far sì che quello che presentano qui i ragazzi siano germi che solo le aziende possono aiutarci a fare. Senza le aziende le idee resterebbero idee e senza gli investitori le idee resterebbero un bel racconto”. “Chiedo ai ragazzi di crederci – ha aggiunto -, di chiedere, di proporsi e di darci una mano a trasformare il laboratorio da luogo di riflessione a luogo di contaminazione. Da questo momento in poi, lo spazio è vostro, e soprattutto quest’anno alcuni progetti sono di lodevole valore”.

Tra i partecipanti, Barbara Carfagna, giornalista del TG1 e autrice e conduttrice di “Codice: la vita è digitale” che nella giornata di ieri ha proposto un approfondimento sul tema “Capitalismo e criptovalute”, mentre Myrta Merlino e Luigi Gubitosi si sono confrontati su “Tecnologia, comunicazione e innovazione: le sfide digitali globali”.

Nella giornata di oggi entra nel vivo la startup competition alle Vecchie Segherie, con gli oltre 350 inventors che presenteranno i loro progetti. La partenza della maratona digitale delle 100 startup, è stata preceduta da un incontro dal titolo “Le startup nel capitalismo digitale” con Raffaele Barberio, direttore di Key4Biz, Federico Leproux, ad di Teamsystem, e Marco Gay, ad di Digital Magics e presidente di Anitec-Assiform. Durante l’hackathon Raffaele Barberio intervisterà anche il direttore delle relazioni esterne di Philip Morris Gianluca Bellavista sul tema “Abbracciare la tecnologia per cambiare sé stessi”.

In serata, dalle ore 20, ancora importanti dibattiti a Largo Castello con il conduttore e imprenditore Andrea Pezzi che parlerà di “Libero arbitrio al tempo del digitale”, e a seguire l’ad di Leonardo Alessandro Profumo intervistato dal condirettore di Milano Finanza e direttore di milanofinanza.it Roberto Sommella su “L’industria delle tecnologie digitali”. In chiusura il giornalista di La 7 Massimo Giletti intervisterà Francesco Boccia, fondatore di Digithon.

La giornata di sabato vedrà invece come protagonisti Laura Castelli, già viceministro all’Economia, intervistata da Marco Palombi, Giuliano Giorgetti e Giovanni Sacripante, rispettivamente responsabile digital Fifa e Figc e poi uno sguardo ai cambiamenti che hanno investito i media creando veri e propri fenomeni, come le webstar, idoli dei nostri giorni. Silvia Truzzi, giornalista e autrice televisiva ne parla con Massimiliano Montefusco, general manager di RDS 100% grandi successi, e Giacomo Hawkman, youtuber e conduttore della nuova web radio “RDS Next”. Ancora riflessioni su “Social, tv e informazione” con Pinuccio, inviato di “Striscia la notizia” e Nunzia De Girolamo, editorialista di Libero.

La giornata di domenica sarà dedicata alla premiazione della startup dell’anno. Il primo classificato a DigithON 2019, decretato dal comitato scientifico, insieme alle votazioni on-line, riceverà un assegno di €10.000 offerto da Confindustria Bari-Bat e altri 7 premi tra borse di studio, premi in denaro e percorsi di accelerazione messi a disposizione dalle aziende partner, per un valore complessivo di oltre 50.000 euro.

ultima modifica: 2019-09-06T18:00:14+00:00 da Silvia Bosco

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: