Otto anni di battaglie imprenditoriali, legali e procedurali che hanno portato l’Ente di Gestione Indipendente a contrastare il monopolio Siae. È questo il tema del libro - presentato ieri alla presenza del ministro dell'Innovazione Paola Pisano e del cantante Fedez - scritto da Davide d’Atri, ad di Soundreef, 'La musica è cambiata'.

Otto anni di battaglie imprenditoriali, legali e procedurali che hanno portato l’Ente di Gestione Indipendente a contrastare il monopolio Siae.
È questo il tema del libro – presentato ieri alla presenza del ministro dell’Innovazione Paola Pisano e del cantante Fedez – scritto da Davide d’Atri, ad di Soundreef, ‘La musica è cambiata’.

L’ESPERIENZA DI SOUNDREEF

Il volume, scritto insieme ad Alessandro Reale, racconta l’impatto che l’idea imprenditoriale, basata su un utilizzo della tecnologia, ha avuto su un’intera filiera industriale.
Soundreef, spiega una nota, “è nata nel 2011 con l’obiettivo di fornire ad autori ed editori un sistema alternativo, trasparente e tracciabile, per rendicontare in modo 100% analitico l’utilizzazione delle opere musicali”. Alla start-up, che ha raccolto capitali da investitori italiani per oltre 13 milioni di euro, si affidano oggi “oltre 37mila autori nel mondo, di cui 20mila” nella Penisola.

LE PAROLE DELL’AUTORE

“È stato un percorso molto complicato ma avevamo 3-4 piani strategici di sviluppo differenti”, ha spiegato il manager e autore del libro d’Atri. “L’innovazione tecnologica alla base della nostra idea di business si scontrava in modo netto con il modello di gestione delle royalty presente fino al nostro ingresso nel mercato. Abbiamo dovuto affrontare anni di battaglie per ottenere la libertà di scelta per i nostri autori ed editori”, ha commentato l’ad di Soundreef. “Ora”, ha concluso, “non resta che aspettare una riforma completa del settore dei diritti d’autore che permetta a tutti gli operatori di seguire regole chiare e certe”.

LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO PISANO

“Semplificazione, trasparenza e real time. Sono le basi che servono a noi e all’Italia per dimostrarci i creatori che siamo. Se qualcuno crede nell’innovazione è nostro compito supportarli e collaborare con loro”, ha detto invece il ministro per l’Innovazione Paola Pisano.

CHI C’ERA

Alla presentazione erano presenti, tra gli altri, Marco Bellezza (consigliere giuridico per le Comunicazioni e l’Innovazione digitale del ministro dello Sviluppo economico), Luciano Nobili (Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera), Gianluca Vacca (commissione Cultura, Scienza e Istruzione di Montecitorio) e Guido Scorza (presidente di Lea, Liberi Editori Autori).

Condividi tramite