Ecco perché serve (ancora) fare pressione contro Maduro. La posizione di Rubio

Ecco perché serve (ancora) fare pressione contro Maduro. La posizione di Rubio
Per il senatore della Florida, Marco Rubio, il regime venezuelano è in trappola: Mosca non ha la capacità di salvare il regime di Maduro, mentre la Cina non ha alcun interesse

Per il senatore repubblicano, Marco Rubio, la Russia non ha la capacità di “salvare” Nicolas Maduro. E il peggior esito per la crisi del Venezuela sarebbe la sostituzione del leader del regime venezuelano con un altro “mafioso” del clan bolivariano.

Durante un suo intervento all’Assemblea Generale della Società Interamericana della Stampa, Rubio – da qualche tempo impegnato nella causa a favore della democrazia del Venezuela – ha avvertito che ora c’è il pericolo che un altro membro del governo di Maduro arrivi al potere durante un periodo di transizione democratica.

“Il pericolo più grande è che in Venezuela uno dei mafiosi che circonda Maduro lo elimini e prenda il suo posto – ha dichiarato Rubio -. O che arrivi una figura vuota, ma che siano sempre loro a governare dall’ombra”.

Secondo il senatore della Florida, non bisogna lasciarsi ingannare se al governo arriva qualcuno di nuovo, che usa un vestito elegante con cravatta e parla inglese: “In quel caso l’unico che succederà è che si sprecheranno altri 10 anni nella lotta per raggiungere una democrazia, che potrà arrivare solo attraverso elezioni libere e democratiche”.

“Non è un’opzione accettare qualcosa al di sotto di una vera democrazia – ha ribadito Rubio -, non è un’opzione accettare Diosdado Cabello”. Per il senatore, è imperativo insistere con la pressione internazionale per fare cadere definitivamente il governo di Maduro perché solo così si potrà evitare che il modello chavista sia replicato in altri Paesi della regione.

Sul sostegno di Mosca, ha sostenuto che Vladimir Putin non ha le risorse in questo momento per sostenere Maduro: “La Russia non ha la capacità per salvare Maduro, ancora meno Cuba. E la Cina, invece, non ha l’interesse di farlo. […] Loro sono intrappolati, isolati diplomaticamente. L’economia venezuelana non ha alcuna possibilità di salvezza”.

Rubio ha rinnovato l’impegno del governo di Donald Trump nell’aiutare il presidente del Parlamento venezuelano, Juan Guaidó, e ha detto che i legami non si sono indeboliti. Si è scusato con il popolo venezuelano e ha chiesto di avere ancora pazienza, è fiducioso che la pressione sul regime di Maduro darà presto nuovi ed effettivi risultati.

ultima modifica: 2019-10-09T09:00:03+00:00 da Rossana Miranda

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: