Intelligenza artificiale e tracciamento. Se la soluzione è italiana

Intelligenza artificiale e tracciamento. Se la soluzione è italiana
Igea-Hits è il sistema di Elettronica per la Fase 2. Nel rispetto della privacy, consente con tecnologie all’avanguardia di contenere eventuali rischi di contagio. Si associa alle altre misure messe in campo dal Gruppo: “Insieme alla grande energia dei nostri dipendenti, ci hanno permesso di assicurare continuità produttiva”, ha spiegato a Formiche.net Domitilla Benigni

Una camera termica all’ingresso per verificare temperatura corporea e corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, abbinata all’interno del perimetro aziendale a un’app in grado di monitorare contatti (nel rispetto della privacy) e fronteggiare così un’eventuale rischio di contagio. È il sistema operativo da oggi negli stabilimenti di Elettronica, il Gruppo specializzato in electronic warfare e cyber intelligence. Si chiama Igea-Hits, è sviluppato dalla controllata Cy4Gate, condiviso con le rappresentanze sindacali e disponibile sul mercato per le aziende che volessero aumentare la sicurezza contro Covid-19.

UN SISTEMA PIONERISTICO

“Siamo molto fieri di essere tra le prime società in Italia ad aver adottato un sistema di tracciamento e monitoraggio dei contatti”, ha spiegato Domitilla Benigni, direttore generale di Elettronica, da poco nominata anche presidente del consiglio d’amministrazione di Cy4Gate. Il sistema Igea-Hits, ha rimarcato la manager, “ci pone all’avanguardia nella tutela della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, e siamo grati ai sindacati di aver condiviso con noi tutte le misure straordinarie prese dall’azienda per contrastare il diffondersi del contagio, anche al di là di quelle previste dalla legge”.

LE MISURE CONTRO IL CONTAGIO

“Ovviamente il Covid ci ha costretto a ripensare l’organizzazione nei tempi nei processi e nelle modalità di lavoro”, ha spiegato a Formiche.net la neo presidente di Cy4Gate. “Oltre a Igea-Hits, abbiamo fatto ampio ricorso allo smart working, trovato soluzioni come il packed lunch, il desk sharing e una nuova sede caffè esterna all’azienda”. In particolare, “lo smart working ha permesso di mantenere in azienda in condizioni di massimo distanziamento sociale per quel 25% di dipendenti che per la specificità del ruolo ricoperto hanno continuato a lavorare in sede”. Tutto questo, “insieme alla grande energia dei nostri dipendenti anche in questa fase, ci ha permesso di assicurare continuità produttiva”.

COME FUNZIONA IGEA-HITS

Ora, Elettronica potrà contare su uno strumento in più. Igea-Hits monitora i flussi di ingresso attraverso una camera termica e ottica allo scopo di misurare la temperatura e di verificare l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale obbligatori per tutti i dipendenti. Agisce in abbinamento ad una app di “contact tracing”, denominata Hits, che monitora i contatti all’interno del perimetro aziendale e li combina con quelli dei flussi di ingresso, così da semplificare le azioni di contenimento in presenza di un potenziale contagio. Il tracciamento avviene con tecnologia bluetooth, nel rispetto della normativa sulla privacy. L’app si attiva difatti automaticamente solo all’interno del perimetro aziendale, previo consenso da parte del dipendente.

MISURE DI CONTRASTO

I movimenti delle persone sono memorizzati attraverso uno User ID anonimo, che rende impossibile l’identificazione immediata. In caso di positività al Covid-19, il diario dei contatti del soggetto potrà essere inviato, con esplicito consenso, dal cellulare al server aziendale per la verifica dei contatti avvenuti all’interno dell’azienda con altri soggetti dotati della stessa applicazione. Il medico competente provvederà poi a contattarli per fornire tutte le indicazioni sanitarie del caso e condividere con le istituzioni sanitarie le informazioni trasmesse. Dopo una fase iniziale di test, il sistema sarà reso disponibile all’intera popolazione aziendale, pur restando una misura temporanea per il periodo dell’emergenza sanitaria. A ulteriore garanzia della tutela personale vi è inoltre il lavoro di presidio permanente del Data protection officer.

L’APERTURA AL MERCATO…

Ma come è nato il sistema? “Consapevole delle nuove frontiere di rischio per i luoghi di lavoro indotta dal Covid-19, Cy4Gate ha pensato ad una soluzione agile per le aziende, da affiancare alle misure già previste dalle autorità”, ha spiegato Eugenio Santagata, ceo di Cy4Gate. D’altra parte, “il sistema è del tutto compatibile con i sistemi di tracciamento previsti a livello nazionale”. Per questo, ha aggiunto il manager a Formiche.net, “la soluzione è ovviamente disponibile sul mercato per il mondo delle imprese; l’abbiamo pensata come strumento articolato per accompagnare la Fase 2 e per coadiuvare le altre misure necessarie per assicurare la sicurezza sul lavoro”.

…PER IL DOPO COVID

Lo sguardo è comunque rivolto anche al post-pandemia. “Igea-Hits – ha rimarcato Santagata – è pensato per questa fase, ma personalmente ritengo che il Covid abbia segnato un punto di non ritorno per questo tipo di tecnologie basate su algoritmi avanzati di intelligenza artificiale per la raccolta, analisi e correlazioni di dati”. Tecnologie “che saranno sempre più una nostra espressione e di cui noi stessi saremo anche noi espressione; accompagnate da un imprescindibile quadro normativo di riferimento – ha detto concludendo – esse offrono alla società e nella fattispecie ai datori di lavoro una grande opportunità di migliorare la qualità della nostra vita e la sicurezza di colleghi, amici e famiglie”.

ultima modifica: 2020-05-20T13:16:21+00:00 da Stefano Pioppi

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: