Trump tradito da Fox News? Il sondaggio che vede Biden in testa

Trump tradito da Fox News? Il sondaggio che vede Biden in testa
Secondo il sondaggio contestato dal magnate presidente, Biden è ritenuto più adatto a fronteggiare la pandemia così come a condurre le trattative con la Cina, mentre Trump appare migliore sul fronte dell'economia. Il punto di Gramaglia

Il sondaggio non è buono per lui e Donald Trump, “tradito dagli amici”, se la prende con chi lo fa: un rilevamento della Fox News sulle intenzioni di voto degli americani, in vista di Usa 2020, vede Joe Biden, il candidato democratico, in vantaggio di 8 punti sul magnate presidente. Biden ottiene infatti il 48% delle preferenze, Trump il 40% – gli altri sono indecisi -. Un mese fa, il sondaggio della Fox News, che era allora il più favorevole al presidente, dava i due rivali testa a testa al 42%.

Sopra le righe la reazione di Trump, che twitta: “Fox News dovrebbe licenziare il suo sondaggista che non ci azzecca. Mai avuto un buon sondaggio Fox!”. Il magnate si chiede come mai l’emittente non pubblichi i sondaggi della Cnbc (lì, Trump guida con il 47,5%, contro il 46,8% del rivale) o della da lui tanto odiata Cnn (lì, Biden è avanti a livello nazionale, ma è dietro negli Stati in bilico). Non è la prima volta che Trump critica la Fox News, che – a suo dire – non fa abbastanza per la sua rielezione.

Secondo il sondaggio contestato dal magnate presidente, Biden è ritenuto più adatto a fronteggiare la pandemia così come a condurre le trattative con la Cina; Trump appare migliore sul fronte dell’economia. Rispetto al presidente uscente, il candidato democratico è particolarmente apprezzato tra gli indipendenti, tra gli elettori over 65, tra le donne e i neri.

In un’intervista alla Cnbc, Biden critica la risposta dell’Amministrazione alla crisi da coronavirus: “Gli americani sono frustrati: le risorse dei piani di stimolo approvati non sono giunte ai destinatari che le meritavano. Dobbiamo smetterla di premiare la ricchezza e iniziare a premiare il lavoro”.

La disputa sui sondaggi anima, politicamente, la giornata in cui i decessi dell’epidemia superano, negli Stati Uniti, i 96 mila e i contagi 1.600.00, secondo i dati della Johns Hopkins University. Venerdì, si sono contati 1.260 morti.

Una ricerca dell’Imperial College di Londra, citata dalla Cnn, prevede che i decessi da coronavirus negli Usa potrebbero raddoppiare nei prossimi due mesi, perché la pandemia “non è sotto controllo in gran parte dell’Unione”. Le autorità dovrebbero agire “con cautela” nell’allentare le restrizioni, mentre sta avvenendo l’esatto contrario: una spinta alla riapertura da parte dell’Amministrazione, contro il parere della scienza.

Sono intanto spuntate le prime foto e immagini di Trump con la mascherina: in un video pubblicato da Sky News, si vede il presidente che ne indossa una colore blu marina, visitando una fabbrica della Ford in Michigan giovedì. Quando aveva incontrato i giornalisti, Trump era senza, ma aveva detto di averla messa prima.

La mascherina “sì o no” era stata oggetto di un botta e risposta tra il presidente e il ministro della Giustizia dello Stato Dana Nessel, democratica, che gli aveva chiesto di attenersi alle leggi dello Stato e alla politica dell’azienda per tutelare la salute dei lavoratori.

La Nbc ha, infine, appurato che il presidente non ha ancora completato i suoi esami medici annuali, a sei mesi da quando li ha iniziati; e la Casa Bianca non dice il perché. La salute di Trump è sotto esame anche per l’epidemia – il presidente è fra i soggetti a rischio, se non altro per l’età -. Trump s’era sottoposto a novembre a una prima parte dei suoi consueti esami medici annuali all’ospedale Walter Reed di Washington; in marzo, aveva detto che avrebbe completato gli esami nei successivi tre mesi.

(Usa2020)

ultima modifica: 2020-05-23T11:34:17+00:00 da Giampiero Gramaglia

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: