Conosciuta come la “Kardashian de Sinaloa”, la moglie del famoso narcotrafficante è stata arrestata per traffico di droghe negli Stati Uniti. Avrebbe un patrimonio di 14 miliardi di dollari

Era inevitabile che alla fine di Emma Coronel, la moglie di Joaquín El Chapo Guzmán, venisse arrestata. Conosciuta come la “Kardashian de Sinaloa”, la giovane donna era al centro dell’attenzione del processo contro il narcotrafficante più famoso al mondo. Durante le 11 settimane di durata del processo, l’ex reginetta di bellezza è sempre stata in prima fila a sostenere il marito, alla fine condannato all’ergastolo per 17 reati, tra cui avere fatto entrare negli Stati Uniti più di 155 tonnellate di cocaina.

Nonostante i crimini atroci del marito, Emma ha sempre difeso El Chapo, e denunciava di continuo le violazioni ai diritti umani di cui era vittima. Non si è mai commossa o emozionata in tribunale, nemmeno quando a testimoniare erano le presunte amanti di El Chapo. A differenza delle altre donne che El Chapo ha avuto in passato, ha sempre cercato di non essere coinvolta. Non è stata mai indagata e, come moglie dell’imputato, poteva non testimoniare.

Anche se ci sarebbero messaggi di testo in cui il marito le chiede di nascondere delle armi durante una perquisizione della polizia, prima della fuga dal carcere Altiplano nel 2015.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emma Coronel Aispuro (@therealemmacoronel)

“Non mi considero una mamma single – aveva detto in un’intervista -. Sono una mamma che in questo momento non può avere il sostegno del marito. Ho però fiducia che la famiglia starà bene […] Questa situazione è pesante e difficile. Tuttavia, mantengo la mia fede. Sono convinta che Dio ci pone degli ostacoli che possiamo superare”.

Oggi anche Coronel è finita dietro le sbarre. È stata arrestata all’aeroporto internazionale di Dulles, in Virginia, con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti. Lei, che durante il processo si era detta ignara degli affari del marito narco, è stata smentita dai messaggi in cui riceveva istruzioni precise su come comunicare. El Chapo consigliava, per esempio, l’uso del Blackberry per il sistema criptato, e di tenere sempre con sé un’arma.

Nata nel 1989 a Santa Clara, California, Coronel ha doppia cittadinanza: messicana e americana. Cresciuta in un paesino rurale chiamato Durango, Emma è figlia di un ex capo del Cartello di Sinaloa di cui El Chapo era leader.

Si è sposata con Guzmán nell’estate del 2017, quando era ancora una ragazzina. Ha vinto un concorso di bellezza del Festival del Café y la Guava ed è mamma di due gemelle, Emali e María Joaquina, avute con El Chapo.

Qualche anno fa Emma ha partecipato a un reality show americano con altri eredi di narcotrafficanti. Lei era “La esposa” (la moglie), Mrs. El Chapo.

Come racconta il quotidiano El País, Coronel ha sempre cercato di capitalizzare la fama della sua immagine, all’ombra del mercato. Aveva creato un brand di moda e merchandising con magliette, felpe e persino custodie per i cellulari. Sembra che il suo patrimonio personale sia di più di 14 miliardi di dollari.

El Chapo “è un uomo buono, non è violento né maleducato – ha assicurato -, non l’ho mai visto dire una brutta parole. Le bambine lo adorano e chiedono costantemente di lui. Non mi importa che traffichi con droghe. Sono innamorata di lui”.

Condividi tramite