Google ha annunciato infatti che interromperà la vendita di annunci pubblicitari in base alla navigazione degli utenti sul web

Rivoluzione nel marketing digitale: con un post sul suo blog, Google ha annunciato infatti che interromperà la vendita di annunci pubblicitari in base alla navigazione degli utenti sul web.

Il gigante del web userà tecnologie che tutelano la privacy degli utenti come l’anonimizzazione o l’aggregazione dei dati e, in particolare, farà uso della “sandbox per la privacy” che consentirà di indirizzare gli annunci senza raccogliere informazioni sugli individui mentre navigano su più siti web.

La società eliminerà gradualmente anche i cookies del browser che consentivano di identificare in modo univoco un utente al fine di inviare pubblicità mirate.

La decisione della più grande azienda di pubblicità digitale al mondo, potrebbe secondo gli esperti spingere il settore lontano dal tracciamento individualizzato, oggetto di crescenti critiche da parte dei sostenitori della privacy e delle autorità di regolamentazione.

Google rappresenta il 52% della spesa pubblicitaria digitale globale nel 2020, pari a 292 miliardi di dollari, secondo Jounce Media, una società di consulenza sulla pubblicità digitale.

Condividi tramite