Nel week end appena trascorso la Formula E è sbarcata a Roma dove in programma si sono vissute due sessioni di qualifica e due gare, andate in scena sabato 10 aprile e domenica 11 aprile. Il doppio appuntamento con l’E-Prix di Roma ha visto impegnati piloti e monoposto elettriche sul circuito cittadino improntato nel quartiere dell’Eur: è qui che ha avuto luogo il secondo round del mondiale elettrico 2020-2021 cominciato lo scorso marzo in Arabia Saudita.

L’iniziativa ha rappresentato una grande opportunità per il rilancio e l’immagine di Roma capitale, con la sindaca Virginia Raggi e il gotha delle istituzioni italiane che sono stati presenti nel corso della manifestazione. Un’opportunità imperdibile che ha dato un grande segnale alla mobilità sostenibile e alla transizione ecologica, legata anche dal successo di queste iniziative che ogni anno raccolgono grandi numeri e sempre più sostenitori.

Tra i protagonisti di questa edizione 2021 della Formula E a Roma anche l’ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori che, come punto di riferimento dell’innovazione in Italia e tra le realtà più rappresentative dell’ecosistema paese, ha preso parte alla manifestazione tra le maggiori autorità, suggellando il suo appello legato ad una transizione verso l’economia verde e all’utilizzo delle nuove tecnologie al servizio delle smart city e della smart mobility.

Un appuntamento che ha visto tra i protagonisti Roma capitale e l’innovazione tecnologica, in una manifestazione che riscuote, nonostante il covid, sempre grande sostegno e attenzione. L’appello dell’ANGI è stato quello di sostenere sempre con maggiore sensibilità ed investimenti la transizione verso la green economy mettendo al centro i giovani e la trasformazione tecnologica digitale. Per Roma capitale poi rappresenta un grande segnale per poter portare nuovi progetti per il rilancio della città eterna.

Condividi tramite