Sommessamente ma non troppo, ricordiamo alla ministra Bonetti, al ministro Franco, al ministro Orlando (rispettivamente Pari Opportunità, Economia e finanze, Lavoro e politiche sociali ) che la Commissione Europea ha evidenziato la necessità fondamentale di destinare risorse importanti alla questione femminile e al di là delle promesse abbiamo bisogno di certezze.

Nuove scoperte sono evidenti sull’impatto della crisi del coronavirus sull’uguaglianza di genere in Europa. Dalle perdite di posti di lavoro e l’orario di lavoro ridotto ai picchi di violenza domestica gli effetti della pandemia hanno colpito le donne in modo più duro. Gravi perdite di posti di lavoro nelle professioni dominate dalle donne e sia durante la prima ondata di pandemia che la seconda, l’occupazione femminile si è ridotta di 2,2 milioni in tutta l’Ue.

Le donne che lavorano nella vendita al dettaglio, negli alloggi, nell’assistenza residenziale, nel lavoro domestico e nella produzione di abbigliamento hanno subito pesanti perdite di posti di lavoro. Costituiscono la maggior parte della forza lavoro in questi settori e il 40% di tutti i posti di lavoro persi dalle donne durante la crisi sono in queste professioni. Le donne hanno ottenuto solo la metà dei posti di lavoro degli uomini e soprattutto in Italia ciò dimostra che l’impatto economico della pandemia sta avendo effetti più duraturi per le donne. L’Europa si riprenderà, fintanto che l’uguaglianza di genere sarà al centro e al centro delle misure di ripresa.

Per una piccola vittoria per l’uguaglianza di genere, gli Stati membri dovranno mostrare come i loro piani di ripresa economica promuovano l’uguaglianza di genere per accedere al fondo di ripresa dell’Ue. Le statistiche di genere, sono fondamentali per comprendere i diversi effetti della pandemia su donne e uomini e valutare dove il denaro è più necessario , e le pressioni sull’equilibrio tra lavoro e vita privata sono aumentate per donne.

La pandemia ha mostrato il potenziale di una forza lavoro digitale, ma il telelavoro ha anche acuito i conflitti di equilibrio tra vita professionale e vita privata, soprattutto per le donne con bambini piccoli di età compresa tra 0 e 5 anni. Vero è che alcuni uomini cominciano ad assumersi maggiori responsabilità di assistenza rispetto a prima, ma la quota di lavoro non retribuito delle donne è aumentata. La scuola online rappresenta una nuova forma di assistenza non retribuita per i genitori, in particolare per le donne che sono più coinvolte nell’aula virtuale con i bambini. Le madri hanno a che fare con le interruzioni dei figli più spesso dei padri durante il telelavoro. Le distrazioni costanti e le responsabilità di assistenza extra per le donne riducono la loro produttività e potrebbero ridurre la loro progressione di carriera e la loro retribuzione. Misure di sostegno inadeguate per le vittime di violenza domestica.

La pandemia ha anche visto un aumento delle segnalazioni di violenza domestica contro le donne e durante le ondate di chiusure in tutta Europa, il personale di accoglienza e di consulenza per le donne che subiscono violenza è stato sopraffatto a causa dell’aumento della domanda. Il personale spesso si sentiva inesperto nel fornire supporto remoto ed era preoccupato per la riservatezza delle vittime. I servizi di supporto, come i rifugi e le hotline di consulenza, necessitano di maggiori finanziamenti da parte degli Stati membri per garantire che le vittime abbiano accesso gratuito e 24 ore su 24 all’assistenza. Anche dichiarare questi servizi come “essenziali” è importante in quanto consente loro di continuare a funzionare, anche durante il blocco.

Se vero è come è vero che i periodi di pandemia si ripeteranno, per essere meglio preparati per una crisi futura, l’azione per sostenere le donne e combattere la disoccupazione e la violenza di genere deve essere parte di una più ampia strategia a lungo termine sulla prevenzione delle catastrofi e delle crisi. Ci attendiamo dal Governo Draghi il rispetto delle promesse fatte. Noi siamo pronte per sostenere le scelte politiche e concrete che si effettueranno.

Condividi tramite