Una colata di catrame copre i sampietrini della banchina lungo il fiume, all’altezza di Castel Sant’Angelo. Il bitume, versato anche in maniera un po’ storta, scatena battute, critiche e indignazione sui social network

La battuta di Carlo Verdone nel film “Gallo Cedrone”, “ma asfaltiamolo ‘sto Tevere”, sembra realtà. Una colata di catrame copre i sampietrini della banchina lungo il fiume,  all’altezza di Castel Sant’Angelo. Il bitume, versato anche in maniera un po’ storta, spicca in contrasto con il vecchio pavimento.

Per la sindaca di Roma si tratta del rifacimento del vecchio manto della pista ciclabile, che risale a più di 15 anni fa. L’effetto però è (negativamente) impressionante e ha scatenato la critica dei romani, e non solo…

Matteo Salvini, leader della Lega, ha denunciato che si tratta dell'”ennesimo oltraggio della Raggi ai romani, stavolta lungo il Tevere. Ma si può?!?”. Lei contesta che è una manutenzione prevista, e che il leghista dovrebbe informarsi prima di parlare.

Molto duro anche il leader di Azione e candidato sindaco di Roma, Carlo Calenda, che ha espresso il proprio sdegno in prosa su Twitter:

Per Roberto Morassut, sottosegretario all’Ambiente e deputato del Partito Democratico, l’asfaltatura delle banchine sotto gli argini di ampi tratti del Lungotevere è assurda, per cui invita alle soprintendenze di Stato competenti a tutelare “un bene demaniale e architettonicamente vincolato”.

Il giornalista di Repubblica, Stefano Cappellini, spera che chiunque sia il prossimo sindaco di Roma, “cancelli in fretta questo scempio”.

Un commento tecnico arriva dall’iniziativa Open House Roma, che sostiene l’intervento sia sbagliato non solo per l’alto valore paesaggistico di questo spazio per la città, bensì perché – se si voleva comunque fare – bisognava prima intervenire sul sottofondo senza colare nuovo asfalto su quello esistente. Così si sarebbe evitato “questo effetto torta imbottita, che è brutto, si danneggerà prima e non è sicuro per i ciclisti”. Infine, Open House critica che l’intervento non abbia considerato  la progettazione.

Altre reazioni sui social network:

Condividi tramite