Il 18 settembre per la quarta edizione di Hypermaremma si svolgerà Astamaremma, un’asta di arte contemporanea con l’obiettivo di finanziare l’edizione 2022. Battitore d’eccellenza sarà Cristiano De Lorenzo, direttore Christie’s Italia. La manifestazione si svolgerà al Circolo La Macchia, dove le opere saranno esposte dall’11 settembre

Appuntamento il 18 settembre (su invito) per Astamaremma, l’asta a supporto del festival Hypermaremma, manifestazione d’arte contemporanea.

Il progetto ha l’obiettivo di contribuire alla raccolta fondi per supportare l’edizione 2022, la quarta, attraverso un’asta di opere di artisti che hanno partecipato alle edizioni precedenti o che sostengono il progetto.

Christie’s, la casa d’asta più nota al mondo, quest’anno ha sposato la mission di Hypermaremma. La presidente di Christie’s Italia Mariolina Bassetti ha deciso così di sostenere la prossima edizione, che secondo indiscrezioni porterà in Maremma artisti di calibro sempre maggiore puntando a lasciare opere permanenti sul territorio.

La manifestazione, organizzata da Cristiano De Lorenzo, direttore Christie’s Italia, si svolgerà al Circolo La Macchia, un casale del XVI secolo affacciato sul mare tra le dune di Capalbio proprio nel cuore dell’Oasi di Burano tutelata dal WWF.

In questa edizione, tra i lotti che verranno battuti in riva al mare, sotto gli ultimi raggi del sole di settembre, si alterneranno artisti storici (un lavoro del ‘78 di Joseph Kosuth) a giovani affermati come Emiliano Maggi, Namsal Siedlecki, Bea Bonafini, Marta Mancini e Marco Emmanuele e artisti noti come Alessandro Piangiamore, Paolo Canevari, Giuseppe Ducrot, Alberto di Fabio e Massimo Uberti, di cui proprio a poche centinaia di metri dalla Macchia troneggia l’ormai iconico “Spazio Amato”: il grande neon di 16 metri, divenuto in poco più di un anno una delle opere più visitate d’Italia.

Hypermaremma, è un festival di arte contemporanea che nasce nel 2019, nel cuore delle terre Toscane, per iniziativa di Carlo Pratis, Matteo d’Aloja, Giorgio Galotti, Lorenzo Bassetti e Massimo Mininni. Il progetto nasce dalla volontà di esaltare il paesaggio della Maremma, un tempo lagunare, evidenziandolo attraverso una costellazione di opere ed interventi performativi.

ECCO TUTTE LE OPERE ALL’ASTA 

 

 

Condividi tramite