Un ricovero inaspettato ha fatto trattenere il fiato al mondo. Per capire la popolarità globale della sovrana inglese pubblichiamo un estratto del libro “Tu puoi cambiare il mondo. La reputazione personale: promuovere il talento, condividere il valore” (Marsilio) di Gianluca Comin e Gianluca Giansante

È il personaggio più apprezzato nel suo paese e uno dei più ammirati a livello globale. La sua popolarità continua a crescere da quasi settant’anni, nonostante gli scandali che hanno attraversato la storia della sua famiglia. La sua immagine è riprodotta su gadget di ogni tipo e la sua figura attrae ogni anno centinaia di migliaia di turisti. Per questi e molti altri motivi la regina Elisabetta II è un esempio interessante di costruzione della reputazione personale.

Per comprendere alcune delle ragioni che si celano dietro questo apprezzamento è utile osservare un episodio. Siamo nel 2012, Elisabetta festeggiava il Giubileo di diamante, ovvero i sessant’anni dalla salita al trono. A 86 anni attraversava il Tamigi sotto una pioggia sferzante, in piedi sulla prua di una piccola imbarcazione. Cattura bene la scena Tanya Gold su «The Guardian»: «chiunque altro si sarebbe seduto o sarebbe entrato sotto coperta ma non la regina d’Inghilterra; lei stava lì […] per ore sotto la pioggia». Rimanendo al suo posto, sempre sorridente, continuando a salutare con il suo iconico gesto della mano destra, mostrava rispetto per il paese, per i suoi cittadini, per la tradizione e per le istituzioni nazionali.

Del resto lo aveva annunciato in uno dei suoi più celebri discorsi, pronunciato prima ancora di diventare regina, nel 1947: «Io dichiaro davanti a voi tutti che la mia intera vita, sia essa lunga o breve, sarà dedicata al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia alla quale tutti apparteniamo». In sessantotto anni di regno, la parola della regina è stata onorata quotidianamente, anche attraverso una strategia incentrata sul silenzio e sulla riservatezza.

Persino oggi, in un periodo in cui il confine tra privato e pubblico è sempre più sottile, in particolare per i personaggi celebri, opinioni e posizioni della regina Elisabetta restano un mistero. Non ha mai rilasciato interviste ai giornali e indovinare il suo orientamento in merito a temi di natura politica e sociale risulta pressoché impossibile. Ha sempre anteposto l’unità nazionale a ogni altro diritto, incluso quello a esprimere le proprie simpatie. Non ha pronunciato mai una parola o un’azione sopra le righe, seppure sia stata sempre presente nei passaggi principali della vita del suo paese, facendo sentire la propria voce con equilibrio e con rispetto. Con le parole, con i silenzi e spesso con gesti capaci di parlare a tutti in modo immediato, ha sempre anteposto il bene comune al proprio interesse. Sta anche qui il segreto della sua popolarità. 

(Foto dall’archivio della monarchia inglese su Flickr)

Condividi tramite