Engineering, guidata da Maximo Ibarra, ha acquisito il 100% della Cybertech, un investimento nel solco della cybersecurity per continuare ad essere competitivi in un contesto di mercato internazionale in cui i rischi e le violazioni dei sistemi sono in crescita esponenziale. Nuovo ceo Fabio Momola

Engineering ha completato l’acquisizione di Cybertech, primo operatore su scala nazionale e tra i principali player europei nella cybersecurity. Ne deteneva dal 2019 il 51%, giunto ora al 100%.

La Cybertech, già OmnitechIT fino al 2019, è stata fondata nel 2007 ed è riuscita a confermarsi come operatore di riferimento nella cybersecurity, registrando una crescita costante e raggiungendo quasi 29 milioni di euro di ricavi nel 2021.

I clienti provengono da ben oltre 20 Paesi tra Europa, Stati Uniti e Sud America, e si avvale della professionalità di più di 300 specialisti nella cybersecurity distribuiti in Italia, Norvegia, Svezia, Germania, Svizzera, Serbia e Spagna, con l’obiettivo di proteggere dalle minacce cyber a oltre 20 petabyte di dati, intercettando ogni giorno più di 120 miliardi di vulnerabilità note.

“Siamo una Digital Transformation Company con grandi ambizioni – ha commentato Maximo Ibarra, ceo del Gruppo Engineering -. Siamo impegnati ad avviare una nuova fase nella storia di Engineering che passa anche dall’investimento in piattaforme strategiche per i nostri clienti. La Tech Excellence è il nostro focus e vediamo chiaramente nella sicurezza informatica un elemento chiave dei percorsi di trasformazione digitale che disegniamo per i nostri clienti. Con questa operazione – e gli importanti piani di sviluppo previsti per l’area, che puntano a definire un vero e proprio polo d’eccellenza in cybersecurity – consolidiamo le basi per la nuova fase di crescita di un’offerta che garantisca nel tempo le migliori tecnologie, piattaforme e competenze necessarie anche nel settore della cybersecurity, che sarà sempre più strategico nel gruppo”.

Cybertech inoltre si occupa di tutti i settori della sicurezza quali Architecture Analysis, Identity and Access Management e Application Security, con progetti che permettono di governare le identità digitali, bloccare gli attacchi cyber con Soc (Security Operations Centre) guidati dall’Intelligenza Artificiale, difendere dati, reti e infrastrutture.

Con il passaggio a Engineering l’azienda rafforzerà le competenze strategiche del gruppo in Iam (Identity and Access Management) e Soc (Security Operation Center), e avrà la possibilità di concentrarsi sull’Advisory e i Managed Services, considerate tra le aree della cybersecurity che faranno registrare le crescite maggiori.

Fabio Momola, coo del Gruppo Engineering e anche ceo della controllata Engineering Dhub a cui fanno capo le attività Cloud del gruppo, prenderà la guida dell’azienda, succedendo al fondatore Roberto Mignemi.

“A nome di tutta Cybertech e dell’intero gruppo – ha detto Momola – desidero ringraziare Roberto Mignemi per la capacità di visione e lo straordinario lavoro svolto in questi anni. Roberto ci consegna un’eccellenza che porteremo a nuovi livelli all’interno di una dimensione più ampia. Siamo pronti a investire sui migliori talenti e la loro formazione continua e sulle più avanzate soluzioni tecnologiche, per portare l’offerta Cybertech del Gruppo Engineering nel cuore dei nuovi ecosistemi digitali. Con alle spalle il sostegno del Gruppo, Cybertech è pronta a crescere nelle aree più innovative, sfruttando i trend tech emergenti. Il mercato sta investendo massicciamente in competenze di cybersecurity, Engineering intende rivestire con Cybertech un ruolo da protagonista attraverso l’assunzione di talenti, la formazione, le certificazioni e l’M&A. Inoltre, avremo la possibilità di esprimere forti potenzialità rispetto ai nostri competitor, facendo leva su importanti sinergie di Gruppo, ad esempio attraverso l’utilizzo delle competenze sulle infrastrutture e sul Cloud di DHub”.

Condividi tramite