Skip to main content

Maria Romana De Gasperi, un esempio per i millennials

La sua testimonianza è per i millennials nell’era digitale, un grande esempio di coraggio e dedizione a promuovere il bene comune, a sostenere progetti di pace e di denuclearizzazione degli armamenti. Il ricordo di Maria Romana De Gasperi di Antonino Giannone, docente di Leadership and Ethics e presidente Comitato Scientifico della Fondazione Democrazia Cristiana/Fiorentino Sullo

Continuiamo la presentazione ai giovani millennials , ma non solo a loro, dei Testimoni dell’Italia che nei diversi settori della società hanno contribuito a rappresentare il meglio della nostra società come esempi di dedizione al miglioramento del Bene comune, alla realizzazione di importanti progetti di solidarietà e di obiettivi nel campo della scienza e della tecnica.

Oggi ricordiamo Maria Romana De Gasperi.
“L’uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri, o se ascolta i maestri lo fa perché sono dei testimoni” (Esortazione apostolica di Paolo VI Evangelii nuntiandi, n. 41)

Nella notte tra il 29 e il 30 marzo è venuta a mancare, a causa di complicazioni cardio-circolatorie, Maria Romana De Gasperi, figlia del grande statista Alcide de Gasperi che, come capo del governo e Segretario della Democrazia Cristiana fu protagonista indiscusso della Ricostruzione dell’Italia dopo la Seconda guerra mondiale.

Primogenita di Alcide e Francesca Romani, è stata protagonista dell’impegno politico del padre, prima a favore del ripristino della via democratica in Italia, durante il secondo conflitto mondiale e poi come sua assistente personale nel periodo della presidenza del Consiglio dei ministri.

Maria Romana De Gasperi si è dedicata successivamente alla diffusione dell’opera e al pensiero del grande statista attraverso mostre, conferenze e testimonianze.

Nell’ambito di questo costante impegno, 40 anni fa, contribuì alla costituzione della Fondazione De Gasperi.

Maria Romana De Gasperi è stata anche Presidente Onoraria del Comitato per la Pace Nucleare, promosso da Civiltà dell’Amore il cui Presidente è l’Ing. Giuseppe Rotunno, membro del Comitato Scientifico della Fondazione Democrazia Cristiana/Fiorentino Sullo.

Maria Romana De Gasperi era una donna profondamente cristiana e praticante e ha lasciato una grande eredità di responsabilità, di onestà e di servizio al bene di tutti.

L’amico Giuseppe Rotunno ha ricordato pubblicamente le tante battaglie sia sul versante della Pace nucleare sia sul versante dei Microprogetti di sviluppo per i Poveri nel mondo, così grazie a Lei il programma dell’Associazione Civiltà dell’Amore ha fatto notevoli progressi.

L’esempio di Maria Romana De Gasperi e di riflesso di suo papà, Alcide De Gasperi, ha ispirato tanto coraggio a perseguire le finalità per la realizzazione di migliaia di microprogetti in Paesi in via di sviluppo , ma anche la conversione di oltre 20.000 testate nucleari in energia di Pace con gli accordi Usa/ Russia, che adesso sono sottoposti a uno stop a causa della grave crisi di guerra in Ucraina.

Per questa attività di promozione per la Pace , Maria Romana De Gasperi ha ricevuto, l’alto riconoscimento del Premio “Atoms for Peace 2010” ad Assisi.

Certamente la sua testimonianza è per i millennials nell’era digitale, un grande esempio di coraggio e dedizione a promuovere il bene comune, a sostenere progetti di pace e di denuclearizzazione degli armamenti.

Nell’Evangelii nuntiandi, si sottolinea che la testimonianza non è semplice coerenza, bensì, piuttosto, rimando al “mistero di Dio. Il “testimone”, infatti, non indica se stesso, bensì attesta l’evento che “ha visto” e di cui è stato “reso partecipe”.

Come quando si chiama qualcuno a testimoniare in un processo a proposito di un fatto: il “testimone” deve attestare ciò che veramente è avvenuto. Certo egli deve essere credibile, ma l’evento di cui egli parla è ciò che realmente interessa ai suoi ascoltatori.

È ben per questo che l’Evangelii nuntiandi sottolinea poi, a fianco della testimonianza della vita, l’importanza della parola e della cultura come dimensioni costitutive dell’annunzio del Vangelo

Oggi nella crisi in corso per la guerra in Ucraina servirebbero persone di questa levatura etica e morale per convertire la nuova guerra in corso in Europa, in un’occasione di nuova Pace, così come il suo papà aveva compiuto dopo la Seconda Guerra mondiale.

A nome del Presidente della Fondazione Democrazia Cristiana /Fiorentino Sullo e degli 89 Membri del Comitato Scientifico esprimo le più sentite condoglianze alla Famiglia De Gasperi e rivolgiamo una preghiera perché Maria Romana De Gasperi possa ricevere il dono della Visione Beatifica di Dio in Paradiso.

×

Iscriviti alla newsletter