L’offerta formativa della Comunità di recupero fondata da Vincenzo Muccioli si arricchisce di 150 ore dedicate alle competenze tecnologiche e alla cultura della Trasformazione Digitale. Ad organizzare ed erogare le lezioni saranno i docenti dell’IT & Management Academy di Engineering

A settembre a San Patrignano si va a scuola di formazione digitale. Quest’anno l’offerta formativa della Comunità di recupero fondata da Vincenzo Muccioli si arricchisce di 150 ore dedicate alle competenze tecnologiche e alla cultura della Trasformazione Digitale. Ad organizzare ed erogare le lezioni saranno i docenti dell’IT & Management Academy di Engineering, colosso dell’IT italiano, che sbarcherà sulle colline di Coriano (Rimini) con l’obiettivo di supportare il percorso di 100 ospiti della comunità nell’avvicinamento alle professioni del mondo informatico così da facilitarne l’ingresso nel mercato del lavoro.

“Per noi è stata una fortuna trovare un’azienda disposta a mettere a disposizione una squadra di professionisti con cui sviluppare delle risposte e delle soluzioni formative adeguate alle esigenze dei nostri ragazzi, che spesso arrivano da percorsi di dispersione scolastica con formazioni molto diverse e gap da sanare”. A spiegarlo è il responsabile della formazione di San Patrignano Lorenzo Luciani, che aggiunge: “Grazie a questa iniziativa insegneremo ai ragazzi a servirsi degli strumenti tecnologici per essere più performanti, veloci e pronti rispetto alla richiesta del mondo del lavoro”.

L’insegnamento, che sarà organizzato in diversi moduli e diviso per livello di competenze informatiche, spazierà dall’utilizzo e il funzionamento di PC e smartphone all’uso dei più diffusi tool digitali, dal riconoscimento e le modalità di gestione dei pericoli della navigazione in Rete alle nuove piattaforme di condivisione ormai centrali per lavorare in smart working.

“Questo progetto ha due anime, la prima è sulla consapevolezza, l’altra riguarda la capacità operativa, ovvero il saper utilizzare gli strumenti fondamentali come i fogli di calcolo, i browser di navigazione web e tutte le strumentazioni informatiche di base, oggi indispensabili per restare al passo con una Digital Transformation che sta cambiando radicalmente tutte le attività lavorative”. Lo racconta Ferdinando Lo Re, direttore della It & Management Academy “Enrico Della Valle” di Engineering, un vero campus universitario fondato nel 2000 e che oggi offre 25mila giornate di formazione ai professionisti dell’azienda, ai neolaureati e neodiplomati appena entrati nel Gruppo, e a tutti i suoi stakeholder.

Entrando nel dettaglio dei corsi di San Patrignano, Lo Re spiega che i formatori saranno impegnati in classi molto piccole, soprattutto per quanto riguarda la parte operativa perché “i ragazzi devono uscire dalla formazione capaci di essere padroni degli strumenti. La nostra mission è pensare alla trasformazione digitale come qualcosa che abbracci tutti e non lasci indietro nessuno perché la tecnologia deve essere un driver sociale che non genera solo efficienza ma anche inclusione”. “Con tutti i nostri corsi – gli fa eco Luciani – noi cerchiamo prima di tutto di accendere fiammelle, trasferire ai nostri ragazzi delle passioni. Vogliamo farlo anche nel campo informatico, perché oggi non possiamo pensare a professionalità che prescindano dall’utilizzo di un computer o di software specifici. Anche l’artigiano si avvale di supporti tecnologici per lavorare meglio ed essere più performante”.

L’obiettivo di questa partnership è quindi fornire ai ragazzi che stanno affrontando un percorso di recupero e reinserimento lavorativo non solo gli strumenti necessari per affrontare il loro futuro professionale, ma anche per essere dei cittadini digitali consapevoli. La parte teorica della formazione andrà infatti ad affrontare temi di attualità che si legano al mondo della digital transformation, per rispondere alle domande più comuni e quotidiane: cosa c’è dietro lo smartphone e i suoi applicativi; cosa c’è dietro Google; come riconoscere le fake news; come vengono utilizzati i nostri dati in rete; come conoscere le opportunità che si stanno aprendo nel mondo del lavoro grazie alla trasformazione digitale. Cittadinanza digitale e competenze tecnologiche sono, quindi, le parole chiave che vedono insieme Engineering e San Patrignano in questo progetto che si muove nel nome dell’inclusione, della solidarietà e della formazione, per aiutare i ragazzi a essere protagonisti consapevoli di un mondo che sta cambiando velocemente grazie alle nuove tecnologie.

Condividi tramite