“Garantire un dibattito pubblico corretto e sicuro per la nostra community è per noi una assoluta priorità”. L’intervento di Giacomo Lev Mannheimer, responsabile relazioni istituzionali Sud Europa di TikTok

Negli ultimi anni TikTok si è affermata in tutto il mondo per la sua capacità di promuovere creatività e intrattenimento in modo innovativo e spensierato. Ci sono temi, tuttavia, che richiedono di essere affrontati con la massima serietà, per l’impatto che hanno sulla vita delle persone e sulla società. Le elezioni sono certamente fra questi, e di conseguenza garantire un dibattito pubblico corretto e sicuro per la nostra community è per noi una assoluta priorità.

Prima di esplorare i modi in cui cerchiamo di onorare questo impegno, credo sia utile una breve premessa sul “dietro le quinte” di TikTok. Siamo una piattaforma digitale e globale, ma la nostra presenza è al contrario umana e locale: per assicurare agli utenti della nostra community contenuti corretti e sicuri durante le elezioni lavora un gruppo dedicato, formato da esperti di diversi campi, che conoscono l’Italia e il suo contesto politico.

Le aree di maggiore focus per contrastare disinformazione e fake news sono essenzialmente tre. La prima è l’accesso a fonti di informazione autorevoli. La forza della piattaforma è anche, e soprattutto, quella di una community attiva e curiosa, che diffonde conoscenza su temi di grande impatto sociale più e meglio di tanti altri canali. Allo stesso tempo, dotare i nostri utenti di informazioni affidabili e precise è nostra responsabilità, e per questo all’interno della piattaforma è presente una sezione dedicata alle elezioni – Centro Elezioni – pensata per connettere i nostri utenti con le risorse messe a disposizione direttamente dalle istituzioni sui candidati, su come e su quando si vota.

La seconda è la categorizzazione dei contenuti. Account di candidati, partiti e istituzioni vengono qualificati in modo da consentire ai nostri utenti di accedere – facilmente e in qualsiasi momento – alla sezione dedicata alle informazioni ufficiali. E lo stesso accade per i principali hashtag (ad esempio #elezioni o #elezioni2022), così come per singoli video relativi alle elezioni. In qualunque momento, inoltre, i nostri utenti possono scegliere di non visualizzare più video contenenti determinate parole chiave o hashtag.

Infine, ma non per questo meno importante, abbiamo regole precise per quanto riguarda i contenuti di natura politica. TikTok non permette contenuti politici sponsorizzati: qualunque pubblicità all’interno di TikTok deve conformarsi agli standard della piattaforma, e riteniamo che l’advertising politico non lo faccia. Le nostre Linee Guida della Community, inoltre, vietano categoricamente qualunque contenuto che sia contraddistinto da disinformazione, bullismo, minacce, comportamenti di odio ed estremismo violento.

I nostri sistemi di moderazione sono composti da una combinazione di tecnologia e persone, in grado di rilevare anche proattivamente qualunque minaccia alla sicurezza e all’integrità della piattaforma. Una parte fondamentale, però, la gioca anche in questo caso la community: le segnalazioni degli utenti ci aiutano infatti a migliorare i nostri processi e a implementarli correttamente.

Collaboriamo regolarmente con associazioni di categoria, Ong ed esperti per migliorare e aggiornare le nostre politiche di moderazione, adattandole all’evoluzione dei possibili rischi. Per quanto riguarda le elezioni, ci affidiamo a organizzazioni di fact-checking indipendenti, come Facta per l’Italia, che ci aiutano ad assicurare l’accuratezza dei contenuti e la corretta esecuzione delle nostre Linee guida della Community. Data la sensibilità dei contenuti soggetti a verifica da parte dei nostri fact checker, quando un contenuto è sottoposto al loro vaglio viene temporaneamente escluso dalla sezione Per Te (dove vengono proposti i contenuti selezionati dal nostro sistema di raccomandazione),cosicché gli utenti che lo guardano sappiano che potrebbe trattarsi di informazioni false, parziali o inaccurate.

Come noto, la moderazione dei contenuti e il contrasto alla disinformazione online sono tematiche al centro delle priorità politiche di tutto il mondo. Si tratta di sfide nuove e complesse, cui soltanto una stretta collaborazione fra istituzioni e piattaforme digitali può dare risposte, nella consapevolezza che si tratti peraltro di un settore in costante evoluzione, difficile da cristallizzare entro confini certi. TikTok, in Italia come altrove, è pronta a fare la sua parte e a collaborare con impegno e trasparenza per migliorare ulteriormente le sue regole e i suoi processi, nell’interesse dei cittadini e della democrazia.

Condividi tramite