È un dominio assoluto TikTok, vera novità di questa campagna elettorale, che riesce a prendersi tutte le tre posizioni utili del podio delle interazioni. Da notare, la capacità di Giuseppe Conte… La rubrica di Domenico Giordano (Arcadia)

Post Interaction

(è il numero medio di interazioni sui post di un profilo per follower e per post)

È un dominio assoluto TikTok, vera novità di questa campagna elettorale, che riesce a prendersi tutte le tre posizioni utili del podio delle interazioni. Da notare, la capacità di Giuseppe Conte di ritagliarsi una fetta di interazione con i video che arriva al 20%, nettamente superiore alle percentuali incassate invece da Giorgia Meloni e da Carlo Calenda.

 

Total Reaction

(è il numero di reazione, commenti e condivisioni ottenuti da posti)

Sulle reaction complessive, ancora una volta a generare maggior partecipazione è TikTok e, ancora una volta, è il presidente del Movimento 5 Stelle a portarsi a casa la fetta più ampia, ben 44 mila reaction.

Alle spalle di Conte, invece, ci sono le conferme di Matteo Salvini e Giorgia Meloni con 12 mila e 7 mila reaction.

 

Più discussi

(Elenco dei thread più discussi in base ai messaggi totali, contando tutti i commenti collegati al post principale).

Se TikTok, grazie ai contenuti video, riesce a coinvolgere maggiormente gli utenti, è invece Facebook la piattaforma che porta in dote ai leader politici le discussioni più ampie che hanno generato le discussioni più ampie nei fandom.

Sono sempre i tre leader più attivi sulle piattaforme a contendersi il podio di giornata: in pole troviamo ancora una volta Giuseppe Conte, con un post sugli extra-profitti da utilizzare contro il caro-bollette. Poi, il leader della Lega, Matteo Salvini, posta contro Roberto Speranza che aveva dichiarato che la flat tax agevole solo i ricchi, e infine, Giorgia Meloni con una sua foto racconto del tour elettorale in Sicilia.

Condividi tramite