Con il sì della famiglia Ciampi quale attestato di qualità delle attività di formazione e di ricerca svolte dall’Accademia AISES da oltre un decennio, la Scuola viene intitolata al decimo Presidente della Repubblica

Sarà intitolata al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi la Scuola di Politica Economica e Sociale (SPES). L’autorizzazione è arrivata dalla famiglia Ciampi, e rappresenta il riconoscimento della qualità delle attività di formazione e di ricerca svolte dall’Accademia AISES da oltre un decennio e della rispondenza delle funzioni della Scuola ad un’idea alta di impegno civile, a cui il Presidente Ciampi ha sempre ispirato il suo servizio verso le istituzioni.

“Ringrazio personalmente e a nome del presidente Enrico Giovannini, dell’alto consiglio direttivo e dell’ intero corpo docente , la famiglia del compianto Presidente Ciampi per questa concessione che onora il lavoro, la professionalità e l’ impegno di quanti hanno deciso di prestare il proprio contributo alla Scuola”, ha sottolineato Valerio de Luca, presidente dell’ Accademia AISES e direttore esecutivo della Scuola.

La SPES è stata fondata nel 2013, traendo ispirazione dall’alto esempio di impegno civile del presidente Carlo Azeglio Ciampi che sin dall’inizio ha incoraggiato e sostenuto l’iniziativa, quale presidente onorario dell’Accademia AISES sino alla Sua scomparsa, ruolo oggi ricoperto dal presidente Domenico Marchetta, suo stretto collaboratore.

La “Scuola Carlo Azeglio Ciampi” ha lo scopo di “formare persone per riformare le istituzioni”, promuovendo, a livello nazionale ed internazionale, lo sviluppo della cultura, della ricerca scientifica e della formazione di giovani talenti nell’ambito delle scienze politiche, economiche e sociali. Sul piano della didattica, la Scuola si prefigge di promuovere il rapporto tra formazione e lavoro, attivando corsi di alta formazione e di formazione continua, master universitari di primo e di secondo livello, in collaborazione con altre Università italiane e/o con altri soggetti pubblici o privati.

Inoltre, sul piano della ricerca scientifica e tecnologica, promuove la sostenibilità ambientale e sostiene la nascita e lo sviluppo di spin-off e start up ad alto contenuto innovativo.

La Scuola, diretta e fondata da Valerio De Luca, è stata presieduta dal prof. Jean Paul Fitoussi fino alla sua recente scomparsa e oggi dal ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini. A dirigere i programmi, poi, il prof. Luigi Fiorentino, capo di gabinetto del ministro dell’Istruzione.

La governance della Scuola è stata affidata ad un Alto Consiglio Direttivo che annovera esponenti autorevoli del panorama culturale, istituzionale, finanziario e industriale del nostro Paese:

Lorenzo Bini Smaghi (Presidente di Société Générale); Flavio Cattaneo (Vice presidente di Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori); Vito Cozzoli (Presidente e CEO di Sport e Salute S.p.A.); Claudio De Vincenti (Presidente Aeroporti di Roma); Antonio De Palmas (Vice President Global Market Development Public Sector Microsoft); Luigi Ferraris (CEO di Ferrovie dello Stato Italiane); Franco Gallo (Presidente della Enciclopedia italiana Treccani); Massimo Giannini (Direttore del quotidiano ‘La Stampa’); Gian Maria Gross-Pietro (Presidente di Intesa Sanpaolo); Maximo Ibarra (CEO di Engineering); Radek Jelinek (Presidente e CEO di Mercedes Benz-Italia); Massimo Lapucci (Segretario Generale, Fondazione Cassa Risparmio Torino e Presidente European Foundation Centre); Emma Marcegaglia (Vice Chairman e CEO Marcegaglia S.p.a); Mariangela Marseglia (Country Manager Amazon Italia e Spagna); Andrea Munari (Presidente di BNL Gruppo BNP Paribas); Mario Nava (Direttore Generale DG Reform della Commissione europea); Pietro Carlo Padoan (Presidente di Unicredit); Simona Paravani Mellinghoff (Managing Director Blackrock); Claudia Parzani (Presidente di Borsa Italiana); Corrado Passera (Fondatore e CEO di Illimity); Marco Patuano (Presidente di A2A); Francesco Profumo (Presidente Compagnia di San Paolo); Secondina Ravera (Presidente del Pio Albergo Trivulzio e di Destination Italia); Salvatore Rossi (Presidente di Telecom Italia S.p.a); Marina Salomon (Presidente di Alchimia e Connexia); Paolo Savona (Presidente di Consob); Maurizio Sella (Presidente di Banca Sella); Eugenio Sidoli (CEO di Max Mara); Massimo Tononi (Presidente Banco BPM); Giulio Tremonti (Presidente di Aspen); Giovanni Tria (Presidente Fondazione Enea Tech e Biomedical); Marco Tronchetti Provera (Vice Presidente esecutivo e CEO Pirelli & C. S.p.a), Fabio Vaccarono (Presidente e AD Multiversity Group)

Condividi tramite