Crisi idrica, investment gap e ruolo strategico degli asset owners. Ne discutono Francesco Profumo, Giovanni Maggi, Alessandra Franzosi e Uberto Andreatta martedì 29 novembre alle ore 9.00 in diretta su Formiche.net.

Nel pieno di una crisi idrica senza precedenti, a sua volta riflesso della crisi climatica, l’Italia si trova a fronteggiare un drammatico investment gap per colmare l’architettura finora predisposta al fine di attrarre e impiegare risorse.

Uno sguardo critico all’esperienza inglese, volto ad indagarne le ragioni geopolitiche oltre che le articolazioni più strettamente finanziarie, fa emergere il ruolo degli asset owners come presidio del settore forse più strategico per uno Stato e indica un percorso che tali attori possono seguire anche nel nostro Paese.

Se ne discuterà martedì 29 novembre alle ore 9.00, in occasione del live talk di Formiche “Crisi idrica e ruolo degli asset owners – Il caso inglese e la prospettiva italiana” con Francesco Profumo, Presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo e di ACRI, Giovanni Maggi, Presidente di Assofondipensione, e Alessandra Franzosi, Head of Buyside Italy & ESG Investing, Borsa Italiana – Euronext. Introdurrà l’incontro Giorgio Rutelli, Direttore di Formiche.net, e modererà Uberto Andreatta, Senior Advisor dello Studio Legale Scala.

Appuntamento alle 9:00 su Formiche.net e sulla nostra pagina Facebook (@formichenews).

Condividi tramite