Lunedì 21 novembre presso la  Luiss Guido Carli, in viale Romania 32, si terrà la presentazione dell’ultimo numero della rivista Formiche dedicato alla diplomazia energetica di Enrico Mattei a sessant’anni dalla sua scomparsa. Alla discussione parteciperanno Maria Tripodi, Mario Caligiuri, Marco Piredda e Giovanni Orsina

Il sessantennale della morte di Enrico Mattei cade in un momento di crescente attenzione per il ruolo politico dell’energia.

Il presidente e fondatore dell’Eni è stato il principale attore della politica dell’energia italiano, capace con la sua azione e la sua determinazione di portare il Paese verso scelte di campo inedite e originali. Mattei aveva a cuore l’interesse nazionale e grazie al suo ingegno comprese quanto l’indipendenza energetica e i prezzi bassi dell’energia sarebbero stati il perno per la protezione dell’interesse nazionale e per la competitività dell’intero sistema-Paese. Questa lezione, ancora oggi, è di incredibile attualità.

A questi temi e molti altri è dedicato l’evento della rivista Formiche e della Luiss School of Government “Enrico Mattei, una lezione di energia ancora attuale. Sessanta anni dopo”.

Alla discussione, moderata dal direttore della rivista Formiche, Flavia Giacobbe, parteciperanno Maria Tripodi, sottosegretario di Stato al ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale; Mario Caligiuri, presidente della Società italiana di Intelligence; Marco Piredda, head of International Affairs Analysis and Business Support di Eni. I saluti introduttivi saranno affidati a Giovanni Orsina, direttore della Luiss School of Government e professore di Storia contemporanea.

L’evento si terrà Roma lunedì 21 novembre alle ore 11.30, presso l’Aula Toti del campus della Luiss di Viale Romania, 32. Per partecipare è necessario accreditarsi scrivendo a fomicheeventi@gmail.com.

Condividi tramite