“Elogio dell’equilibrio: un dialogo tra le arti” è il nome dell’evento che si è svolto a Spazio Novecento a Roma, occasione per approfondire le caratteristiche del premio fotografico di Terna e per ascoltare la lectio magistralis della presidente di giuria Lorenza Bravetta

Una serata a cavallo fra la prima e la seconda edizione del Premio Driving Energy quella che Terna ha organizzato la scorsa settimana.

“Elogio dell’equilibrio: un dialogo tra le arti” è il nome dell’evento che si è svolto giovedì 27 aprile a Spazio Novecento a Roma, occasione per approfondire le caratteristiche del premio, oltre la comunicazione istituzionale di una conferenza stampa, e per ammirare nuovamente le opere vincitrici e finaliste della prima edizione del 2022.

Lorenza Bravetta, presidente della Giuria del Premio e curatrice del settore fotografia, cinema e nuovi media presso La Triennale di Milano, ha tenuto una lectio magistralis molto interessante sul concetto di equilibrio, tema portante del Premio, nell’arte e nella fotografia.

Un viaggio nelle varie interpretazioni del concetto, spiegando come l’equilibrio sia una delle categorie essenziali della storia dell’arte e dell’estetica, associato a un senso di appagamento che un fruitore ha davanti a una opera d’arte, apprezzandone l’armonia, l’ordine e la simmetria delle forme.

Questa ratio però è stata superata nel corso dei secoli, tanto dalla critica quanto dagli artisti. Se il primo compito a cui deve assolvere l’arte è di dare delle risposte a dei quesiti fondamentali posti dall’uomo, a differenza delle altre arti la fotografia non è chiamata a ricreare artificialmente l’equilibrio, ma lo rileva nella realtà e lo fissa nella memoria. E proprio a questo sono chiamati i nuovi partecipanti della seconda edizione, che si potranno iscrivere entro il 30 giugno.

Dopo l’intervento della professoressa Bravetta, è stato il momento di una performance musicale di un ensemble dell’Accademia di Santa Cecilia, con tema portante sempre l’equilibrio.

Marco Delogu, fotografo, editore e curatore del progetto, ha poi raccontato il Premio e le sue caratteristiche tecniche, con Michele Gaudenzi, responsabile advertising, brand image e Terna Cult, che ha anche condotto l’evento, seguito poi da Marco Pisciottani, responsabile del progetto “Premio Driving Energy”, che ha spiegato la struttura del concorso fotografico.

Tra luglio e settembre ci sarà la selezione delle opere finaliste, il 26 settembre sarà la giornata della proclamazione e premiazione dei vincitori, e sempre lo stesso giorno si inaugurerà la mostra con le opere finaliste, gratuita, al Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 15 ottobre 2023.

Condividi tramite