Angela Merkel, l'Europa (non) può attendere