Roma? Grandi capitali solo con grandi poteri. La riflessione di Massimiliano Atelli

Oltre che una città grande, Roma è anche una grande città. E ha bisogno di un insieme di poteri, strumenti e risorse sensibilmente differenti rispetto a quelli di cui dispongono le altre grandi città. Il commento di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

Il debito buono e quello cattivo. Dalla dottrina Draghi al Recovery Fund

Quando il cambiamento diventa inevitabile, occorre mettere in campo la capacità di governare la transizione verso un modello nuovo. Il commento di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

Perché serve subito una riforma del fisco. La versione di Atelli

Il fisco italiano ha certamente mostrato limiti molto importanti, ma i 100 miliardi di costante evasione fiscale (prima del coronavirus, ovviamente) restano non un grande problema, ma uno dei principali problemi. L’analisi di Massimiliano Atelli

Cultura del sospetto e meritocrazia. La riflessione di Atelli

Come e perché fermare un manager pubblico di provata capacità in nome della presunzione di sospetto circa una possibile ed eventuale commistione di ruoli è un prezzo troppo alto per il Paese. Il caso Zeno D’Agostino

Danno erariale, grandi implicazioni per una soluzione troppo piccola

Perché azzerare la colpa grave nel danno erariale ha molte implicazioni e molti effetti. Una materia delicata, con ogni scelta che si compie che va dritta al cuore del funzionamento della macchina pubblica, incidendo sull’intero sistema. Il commento di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

Il nuovo ponte di Genova e gli italiani del fare. La riflessione di Atelli

Gli italiani non sono soltanto quelli del nuovo ponte di Genova o della Concordia, sono anche molto altro di positivo. Anche se lo danno a vedere meno. Anche se, soprattutto, lo tengono a mente poco. Il commento di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

Dopo l'italianità delle aziende strategiche, difendiamo quella del debito pubblico

Perché sarebbe utile orientare parte dell’ingente ricchezza privata degli italiani verso il debito pubblico. Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta, commenta su Formiche.net l’intervista di Carlo Messina pubblicata oggi sul Sole 24 Ore

Covid-19. Dopo l'ora legale, il giorno legale? Il commento di Atelli

In un prossimo futuro si dovrà pensare alla reingegnerizzazione delle nostre giornate, un ripensamento delle strutture temporali. Bisognerà dosare diversamente le esigenze familiari, i viaggi e gli spostamenti per lavoro e i tempi di lavoro saranno diluiti nell’arco di una stessa giornata, stessa settimana, stesso mese. L’analisi di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

Un patto fiscale nazionale. Atelli spiega perché (e come)

Non è più tempo di promesse, ma di patti fiscali nazionali dagli obiettivi di fondo ben chiari e dal contenuto cogente, efficiente e trasparente. Tutto questo dovrà essere pronto per andare a regime quando la ripresa economica del Paese sarà arrivata, ma va discusso – e legificato – adesso. L’analisi di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta

La lotta al virus mediante droni, cellulari e smartphone. Atelli spiega come

Dai droni alla localizzazione degli smarphone, la tecnologia può aiutare a contenere il virus, a patto che si rispettino delle precise linee rosse. L’analisi di Massimiliano Atelli, procuratore regionale della Corte dei conti della Valle d’Aosta