Da Ciampi a Draghi, quando la tecnica si fa politica in grande stile