Malagò stravince e conquista il Palazzo "H" del CONI