"Nel XXI secolo cerchiamo il significato, non la sua negazione"