Basta politicamente corretto: viva il bello e chi lo esalta