Bonafede non basta. Anche il Copasir sfruculia il governo