Ecco la strategia con cui vinceremo le elezioni. Parla Palmieri (Forza Italia)

Ecco la strategia con cui vinceremo le elezioni. Parla Palmieri (Forza Italia)
Le insidie in cabina elettorale per Forza Italia spiegate dal responsabile della campagna di Silvio Berlusconi, che annuncia una importante novità e spiega: votare è semplicissimo, basta solo barrare il simbolo

Il rischio c’è. E Formiche.net lo ha messo in evidenza questa mattina. Forza Italia il prossimo 4 marzo potrebbe essere penalizzata da una legge elettorale che nasconde un’insidia soprattutto per il partito di Silvio Berlusconi. Quella di dare il voto al candidato senza che la croce sia apposta sul simbolo della forza politica. Antonio Palmieri, responsabile della campagna elettorale di Forza Italia e autore del libro “Internet e comunicazione politica. Strategie, tattiche, esperienze e prospettive” (Franco Angeli editore), raggiunto telefonicamente avvalora tale possibilità e ammette di aver giocato d’anticipo per scongiurarla: “L’allarme è motivato e noi ne siamo consapevoli, al punto tale che tutti i nostri materiali di comunicazione, sia quelli costruiti per il digitale, sia quelli pensati per l’analogico, dai santini ai manifesti, sia quelli più istituzionali, i prototipi che abbiamo distribuito a tutti i candidati, portano come unica indicazione quella che si vota in un solo modo, cioè barrando il simbolo”.

“Ad essere penalizzati saremo probabilmente solo noi ed i partiti della nostra coalizione”, continua Palmieri. E spiega il perché: “Il Movimento 5 stelle e la sinistra non corrono lo stesso rischio. Il Pd erediterà comunque i voti della loro finta coalizione, che seppur inesistente, difatti farà il pieno anche se le persone non votassero il simbolo”.

Che fare quindi? Adesso l’obiettivo da raggiungere in questi ultimi dieci giorni è convincere gli indecisi, spiega Palmieri, recuperando tutti coloro che in passato avevano già scelto il centrodestra. “Le proposte specifiche che noi facciamo vanno tutte nella direzione di recuperare un elettorato moderato di centrodestra, tra cui ritroviamo quell’8% di elettori che nel 2013 votarono Monti. Adesso che sono orfani sia di lui, che della speranza che Renzi ha potuto rappresentare per un pezzo di quell’elettorato, è chiaro che noi come Forza Italia, e tutta la coalizione, siamo l’unica alternativa praticabile per promuovere ciò in cui loro credono e fare argine a quello che potrebbe succedere se i Cinque stelle ottenessero un risultato importante”.

Per raggiungere l’obiettivo Forza Italia mette in campo Berlusconi, con qualche cambio di programma, che giunti al rush finale alla piazza antepone il piccolo schermo. “È naturale concentrare lo sforzo sulla tv che è il mezzo che consente ancora oggi di raggiungere contemporaneamente il maggior numero di persone, e che poi viene riverberato in tutto il mondo digitale sia con il nostro lavoro sia per il fatto che tutti gli altri media rilanciano”. E se tv e radio con il loro rimbalzo sono ancora gli strumenti principe, Fi non rinuncia a iniziative che partono dal digitale. Tre esempi: “Abbiamo mostrato il logo elettorale postandolo sull’account Twitter e sulla pagina Facebook di Berlusconi sette domeniche fa. Allo stesso modo la domenica successiva abbiamo mostrato il manifesto della campagna elettorale caricandolo come primo luogo online in forma statica ed animata, visto che il mezzo lo consente”.

Sono quelle che Palmieri chiama “iniziative Internet per Internet”, a cui ne va aggiunta una terza: “Domenica abbiamo lanciato un video nel quale col sorriso sulle labbra spiegavamo come si vota: per votare Berlusconi bisogna barrare il simbolo di Forza Italia, ma se non vuoi assolutamente votare Berlusconi, allora c’è un solo modo: cancellare il simbolo di Forza Italia facendoci sopra una croce”.

Anche nella durezza della campagna elettorale Forza Italia dunque non rinuncia al gusto dell’ironia. A cominciare dal suo leader, Berlusconi, che stamani dopo selfie e strette di mano si è fermato qualche minuto con i giovani di Forza Italia che lo aspettavano in piazza San Lorenzo in Lucina, spiegando loro come votare il 4 marzo. “Mettete una croce sul simbolo di Forza Italia”, ha detto. E con una battuta ha aggiunto: “Se proprio Forza Italia vi sta sulle palle, fate una grossa croce sulla scheda”.

Palmieri racconta che l’ex cavaliere si è anche prestato ad un tuturial per spiegare, fuori dall’ironia, come si vota: “Votare è semplicissimo, devi solo barrare il simbolo”, spiega in poco più di 40 secondi Berlusconi.

Ma l’iniziativa Internet per Internet più importante di Forza Italia sta per arrivare nelle prossime ore:  “A breve il sito di Forza Italia apparirà completamente rinnovato. Diventa il super gazebo elettorale pensato per gli smartphone al quale si accede dall’indirizzo classico di Forza Italia e digitando l’indirizzo Berlusconi2018.it”, spiega un trepidante Palmieri. L’obiettivo? “Mettere in condizione tutti i nostri candidati e simpatizzanti di avere a disposizione materiali vari tra loro, facilmente via smartphone e condivisibili con gli amici via Fb, Twitter, Google plus e Whatsapp”.

ultima modifica: 2018-02-21T18:06:43+00:00 da Valeria Covato

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: