L’arte della diplomazia, il potere (sobrio) dell’Italia. Intervista a Luigi Di Maio

Di Valeria Covato e Francesco Bechis

Il Mediterraneo che ribolle (dalla Libia alla Grecia), la nuova rivalità tecnologica con la Cina, dossier spinosi come il Venezuela o la Bielorussia. Dove va la politica estera italiana? Intervista a tutto campo con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. Da leggere!

L'ordinanza di Musumeci? Un atto politico (illegittimo). L'opinione di Celotto

L’ordinanza di Musumeci? “È illegittima, in quanto fuori dalle competenze regionali”, ma essendo un atto pubblico “o il ministero degli Interni la impugna oppure l’ordinanza è apparentemente efficace”. Perché tutte queste ordinanze? “Non è mia competenza dirlo, però avverto un po’ il sapore di campagna elettorale in tutti questi interventi”. Conversazione con il costituzionalista Alfonso Celotto

A settembre atenei aperti (senza se e senza ma). La ricetta della Lega spiegata da Tommasetti

Dal ministro Manfredi solo una serie di opzioni confuse e contrastanti, tipico di questo governo, senza una visione concreta per l’imminente inizio del nuovo anno accademico. Conversazione con Aurelio Tommasetti già Rettore dell’Università di Salerno, responsabile nazionale Dipartimento Università della Lega

Vi spiego l’impatto del Covid-19 sulle professioni. L’analisi di Fadda (Inapp)

L’Istituto per l’Analisi delle Politiche Pubbliche ha pubblicato il primo studio che fotografa le attività più a rischio per la diffusione del virus. “La pandemia ci costringe necessariamente al cambiamento”, spiega il presidente a Formiche.net “va bene lo smart working ma il lavoro ha bisogno anche di una sua dimensione umana, sociale, di contatti e riti quotidiani, dalle riunioni allo scambio delle informazioni”

La liquidità è il vaccino contro la pandemia economica. Parola dell’avv. Chimenti

In assenza di ulteriori provvedimenti normativi si potrebbero delineare esiti paradossali per le aziende italiane. Il problema? Una grande carenza di liquidità di interi settori dell’economia nazionale. Conversazione con Stanislao Chimenti, docente di Diritto commerciale e partner dello studio internazionale Delfino Willkie Farr&Gallagher

Imprese in crisi. Come evitare l’insolvenza da Covid-19? Risponde l’avv. Chimenti

L’avvocato Stanislao Chimenti docente di Diritto commerciale e partner dello studio internazionale Delfino Willkie Farr&Gallagher spiega in una conversazione con Formiche.net i rischi a cui le nostre aziende saranno esposte e quali possono essere gli strumenti da mettere in campo per scongiurarli

Iva, Irpef, mutui e utenze: come tutelare cittadini e imprese. I consigli dell'avv. Stanislao Chimenti

Per l’avvocato Stanislao Chimenti, docente di Diritto commerciale e partner dello studio internazionale Delfino Willkie Farr&Gallagher sono necessari due tipi di interventi di supporto da parte dello Stato: misure immediate per alleggerire la carenza di cassa e misure successive, ma non meno urgenti ed essenziali, di natura strutturale. Ecco quali

Ilva, a che punto è la trattativa con Mittal. Lo spiega l'avv. Stanislao Chimenti

La trattativa sembra essere entrata in una fase cruciale. Mittal ha elaborato e affinato un nuovo piano industriale che è al vaglio dei commissari straordinari, delle forze sindacali e del governo. Le prossime mosse spiegate da Stanislao Chimenti, docente di Diritto commerciale e partner dello studio internazionale Delfino Willkie Farr&Gallagher

Sibeg, le tasse etiche e la demagogia economica del governo. Parla Mannheimer (Ibl)

“A rimetterci per imposte utili solo a riempire i titoli dei giornali come plastic e sugar tax saranno, purtroppo, centinaia di lavoratori a Catania, e centinaia di migliaia di consumatori a basso reddito in tutta Italia, costretti ad affrontare un inevitabile aumento dei prezzi”, spiega l’esperto dell’Istituto Bruno Leoni. Commenti e prospettive

Huawei & co. Chi vigila sulla sicurezza nei bandi di gara Consip? Parla Giustozzi

“L’infrastruttura telefonica europea, gli apparati della cosiddetta ‘core network’, è da anni monopolio di Huawei, sotto gli occhi di tutti. Partecipano alle gare e vincono, perché offrono prodotti validi a costi migliori rispetto alla concorrenza. Nessuno ha detto alle Telco che non dovevano comprare prodotti cinesi, quindi il risultato era prevedibile”. Conversazione con l’esperto di sicurezza cibernetica del CERT-PA e componente l’Advisory Group dell’Agenzia dell’Unione Europea per la cybersecurity (Enisa)