Così la Chiesa italiana si presenta al fianco del Presidente Mattarella

Così la Chiesa italiana si presenta al fianco del Presidente Mattarella
La Conferenza Episcopale Italiana e il Vaticano guardano con fiducia al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in questa fase di incertezza politica

Nel giorno in cui l’Italia ricorda il sacrificio di Aldo Moro, il leader politico spietatamente freddato dalle Brigate Rosse anche perché sapeva fin troppo bene cosa volesse dire “servire”, la Conferenza Episcopale Italiana e il Vaticano guardano con fiducia al suo discepolo divenuto Presidente della Repubblica, sempre nel nome del servizio alle istituzioni, al Paese e al bene comune, Sergio Mattarella.

Per primo a pronunciarsi sulla piena fiducia nello sforzo di Mattarella, è stato il portavoce della Conferenza Episcopale Italiana, don Ivan Maffeis, per il quale “il richiamo forte, duro, drammatico del presidente Mattarella parla in maniera univoca a tutti”. Per don Ivan Maffeis “se è vero che tante volte l’informazione rischia di accendere un faro al fine di ampliare la notizia è anche vero che i leader in questa stagione hanno dimostrato tutta la disponibilità a lasciarsi enfatizzare, e a contribuire ad enfatizzare le cose”. E difficilmente si può ritenere che questo possa rientrare nella categoria del “servizio”. Perfettamente coerente con questa visione l’inizio della nota politica del quotidiano dei vescovi italiani, Avvenire, che scrive: “Sergio Mattarella non si dà per vinto. Oggi pomeriggio è pronto a dare l’incarico per il «governo di servizio”.

L’impostazione seguita dai vertici cattolici si ritrova anche nella scelta, chiara e importante, di padre Francesco Occhetta, che segue con attenzione la politica italiana per La Civiltà Cattolica, la rivista dei gesuiti le cui bozze vengono viste in anticipo rispetto alla pubblicazione dalla segreteria di stato vaticana, che questa mattina rilancia su Twitter il ricordo di Alberto Ratti, dell’Azione Cattolica, della lezione di Aldo Moro nell’attuale impasse istituzionale.

Di certo “servizio” in queste ore appare la parola chiave per Conferenza Episcopale Italiana e Vaticano, attenti alla crisi italiana e ai suoi prossimi sviluppi in un momento sempre più difficile e che di spirito di servizio ne richiede davvero tanto.

ultima modifica: 2018-05-09T10:41:18+00:00 da Riccardo Cristiano

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: