Parisi, Tajani e Gasparri inaugurano la campagna elettorale di Forza Italia nel Lazio. Foto Pizzi

Quella per la guida della Regione Lazio “è una sfida difficile e importante perché il Lazio conosce sia l’immobilismo della sinistra, al governo nazionale e alla Regione, sia il disastro del M5s che si è trovato, senza essere in grado, a governare Roma che è il simbolo dell’Italia nel mondo e il cuore della nostra civiltà occidentale e cristiana”, ha detto Silvio Berlusconi, in un video messaggio con cui si è aperta la campagna elettorale di Forza Italia a sostegno del candidato di centrodestra a governatore del Lazio, Stefano Parisi, presso il Grand Hotel Parco dei Principi. “La gara che si svolge nel Lazio è ricca di significati pratici e simbolici. Abbiamo tre settimane per spiegare agli italiani la nostra rivoluzione liberale, concreta e che si basa sui nostri valori cristiani e sui nostri Principi”, ha concluso.

In occasione del Giorno del Ricordo, durante la presentazione dei candidati di Forza Italia nel Lazio per Camera e Senato non è mancato un riferimento da parte di Maurizio Gasparri agli italiani martiri delle foibe, gli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia: “Noi non abbiamo dimenticato. Porto il Tricolore simbolo della giornata del ricordo istituita dal governo Berlusconi”.

Ma tra i temi affrontati vi è stato quello dei clandestini e delle forze dell’ordine: “Noi non abbiamo dubbi, siamo dalla parte di chi con la divisa ci serve. I governi Renzi e Gentiloni hanno destinato cinque miliardi di euro per i clandestini nel 2017 e soltanto due euro di aumento per lo stipendio mensile delle forze dell’ordine”, ha detto il vice presidente del Senato.

“Noi vogliamo dare quei miliardi alle forze dell’ordine e zero euro ai clandestini“, ha specificato Gasparri. Prendendo la parola, Patrizio di Tursi, colonnello e capogruppo di Forza Italia nel II° Municipio di Roma ha poi detto: “Sono un militare, sono stato a Modena, ho fatto due giuramenti: il primo alla Costituzione Italiana, alla bandiera italiana, nel ’92, il secondo, nel ’94, a Forza Italia. Sono rimasto sempre leale. Sono onorato di essere candidato alla Camera dei Deputati”, ha sottolineato di Tursi.

All’apertura della campagna elettorale era presente il candidato alla presidenza della regione Lazio per il centrodestra Stefano Parisi, il quale ha ribadito l’importanza delle forze dell’ordine nel controllo del nostro territorio. “Sul problema della criminalità non possiamo accettare questa paura che c’è nelle nostre città. Dobbiamo avere tecnologie, telecamere, che controllano il territorio e poi abbiamo bisogno di una giustizia che assicuri sanzioni per i criminali”, ha detto Parisi, intervenendo al Grand Hotel Parco dei Principi in occasione dell’apertura della campagna elettorale di Forza Italia.

Alla presentazione è intervenuto anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

(Foto Imagoeconomica)

ultima modifica: 2018-02-10T12:33:15+00:00 da Valeria Covato