Non bisogna mai sottovalutare il fiuto politico di Bossi. Il fatto che il leader del Carroccio voglia dedicarsi alla scrittura del programma insieme a Giulio Tremonti la dice lunga sul rischio di un bis del 2001. L’Udc fa bene a dedicarsi alla legge elettorale ed alla definizione di nuovi assetti politici, ma non è sufficiente. Il partito di Casini e Cesa dovrebbe proporsi agli elettori con un programma forte e che preceda la logica delle alleanze. Nelle settimane scorse il gruppo di Subiaco ha lanciato alcune proposte. Quelle, insieme ad altre possono essere un buon punto di partenza per non lasciare che il programma del centrodestra sia una esclusiva di Bossi e Tremonti.

Condividi tramite