E' in corso la riunione del Cda. Sempre più certo il rischio di commissariamento.
Dopo gli ultimi eventi che hanno coinvolto la compagnia di bandiera italiana, il rischio che si profila per i lavoratori Alitalia è la perdita del posto. Il Consiglio di amministrazione (Cda) si è riunito alle 13. La decisione potrebbe avere tre esiti: il rifiuto delle dimissioni di Prato, la richiesta di commissariamento che avvierebbe la procedura fallimentare e, infine, le dimissioni dell’intero Cda.
Il ritiro di Air France era nell’aria ma il gesto ha comunque colto di sorpresa tutti. Quel che è certo è che il piano di risanamento è saltato. Molti assistenti di volo speravano di passare alla gestione francese. Ora tutte le speranze si volatilizzano nell’aria. Dalla Magliana, a Roma, i lavoratori che stanno manifestando in queste ore reclamano “rispetto”: quello che chiedono è solo “lavoro”.
La paura cresce. Inizia “la fase delle colpe”. C’è chi punta il dito sui sindacati, chi sulla politica, chi, ancora, sul management Alitalia.
Mentre Prodi chiede ufficialmente “se esistono cordate che si facciano avanti”, il titolo Alitalia viene sospeso in Borsa, mentre quello Air France acquista ed è in forte rialzo sulla Borsa di Parigi.
Condividi tramite