Skip to main content

Crack Parmalat: Tanzi condannato a 17 anni e 10 mesi in appello

L´ex patron di Parmalat Calisto Tanzi è stato condannato a 17 anni e 10 mesi nel processo in secondo grado dalla Corte d´Appello di Bologna per il crac da 14,5 miliardi.
Rispetto quanto richiesto dal pg Alberto Candi nel primo grado (18 anni e 3 mesi) a Calisto Tanzi è stata ridotta di qualche mese la pena. Durante la lettura in Corte d´Appello a Bologna, l´ex patron di Parmalat non era presente perché ricoverato all´ospedale di Parma per gravi motivi di salute come hanno detto i suoi difensori. Nell´aula Bachelet è presente soltanto uno dei suoi legali, Fabio Belloni.
 
I legali di Calisto Tanzi, hanno annunciato che ricorreranno alla Cassazione.

“La sentenza sostanzialmente è in linea, per la posizione di Calisto Tanzi, con le previsioni fatte – ha commentato l´avvocato Fabio Belloni –  Ho notato un lavorio della Corte su alcune imputazioni. Chiaramente è stato intenso e quindi dovremo leggere la sentenza per capirne gli effetti finali”. In ogni caso, ha precisato l´avvocato, “c´è stato l´accoglimento parziale dell´appello della Procura, ma con dichiarazioni di assorbimento in altri capi di imputazione. Certamente alcuni temi rimangono irrisolti e pertanto verranno devoluti alla Corte di Cassazione”.
 
Il più stretto collaboratore di Calisto Tanzi, l´ex direttore finanziario di Parmalat Fausto Tonna, è stato condannato a 9 anni 11 mesi e 20 giorni in secondo grado dalla Corte d´Appello di Bologna. A leggere la sentenza nel tribunale bolognese è stato il presidente della Corte Francesco Maddalo dopo due settimane di camera di consiglio. In primo grado il pg Alberto Candi aveva chiesto 10 anni, prevedendo già una riduzione della pena richiesta dal Tribunale di Parma in primo grado.
×

Iscriviti alla newsletter