“Abbiamo bisogno di un’industria europea di difesa”, ha dichiarato il Presidente francese, Francois Hollande, alla chiusura dei lavori del Consiglio Ue, chiarendo che “la Francia manterrà la propria autonomia e indipendenza (in materia) ma vuole agire in Europa”.

L’inquilino dell’Eliseo ha ricordato la missione in Sahel come esempio di “una cooperazione/missione comune, in cui l’Ue è in prima linea” per la formazione dei militari. “La Francia cerca, ogni volta che le è possibile, di affiancarsi all’Ue nel raggiungimento di quegli obiettivi che perseguirebbe da sola”, ha aggiunto Hollande.

Nelle scorse ore il Consiglio dei 27 ha deciso di sviluppare la difesa in Ue identificando le proprie carenze e stabilendo le priorità per potenziare le risorse militari e civili europee. Gli altri obiettivi fissati dai leader Ue sono rafforzare l’industria di difesa rendendola più innovativa, sostenibile, competitiva e integrata e favorire una sistematica e duratura cooperazione in Europa e a livello internazionale.

Condividi tramite