Una pepita d’oro di 5.5 kg e del valore di circa 300 mila dollari australiani è stata rinvenuta in una radura nelle vicinanze di Ballarat, nello Stato di Victoria. “Incredibilmente rara”, la pepita è stata trovata mercoledì a 60 centimetri sotto terra da un cercatore d’oro che desidera rimanere anonimo.

Secondo il proprietario e dealer del Ballarat Mining Exchange Gold Shop, Cordell Kent, il “fortunato” cercatore d’oro ha avvertito un rumore sul suo metal detector e ha rimosso uno spesso strato di foglie prima di cominciare a scavare. “Pensava di aver trovato il cofano di una macchina quando ha visto scintillare dell’oro”, ha raccontato Kent al giornale australiano Herald Sun. “Poi ha visto sempre più oro al punto da non poter credere a quello che stava vedendo”, ha aggiunto. La pepita vale circa 282.000 dollari australiani (circa 220.000 euro) in termini di peso, ma vanta un valore aggiunto perché è raro trovare esemplari di oltre un chilogrammo, ha spiegato Kent.

“Sono stato un cercatore d’oro per 20 anni e non mi ricordo che sia mai stata trovata una pepita di oltre 2.8 kg nella zona”, ha aggiunto ancora. “E’ estremamente significativo come campione minerale. La corsa all’oro dura da 162 anni e Ballarat ci riserva ancora queste sorprendenti pepite”, ha concluso. L’incredibile ritrovamento è stato possibile grazie al Minelab Gpx-5000, un infallibile metal detector di ultima generazione. Quanto al fortunato cercatore, di lui Kent ha detto: “E’ una persona per bene. Se lo meritava davvero. Così adesso potrà finalmente estinguere il mutuo e saldare altri conti”, ha aggiunto.

Condividi tramite