Lo scandalo del matchfixing, i protagonisti internazionali della lotta a un fenomeno ampio e pericoloso, le possibili soluzioni in un contesto legale e tecnico. Parte da queste considerazioni l’importante seminar “Sport intergrity and match fixing”, organizzato all’ICE di Londra il 5 febbraio dalle ore 16.45 presso l’Hall Entrance N9.
Un’ora per comprendere quanto accaduto, come e dove e perchè, direttamente da chi ha contribuito in modo diretto a scoperchiare una situazione inizialmente denunciata soltanto dai media. La tavola rotonda organizzata da ICE e PlanetWin365 (http://www.icetotallygaming.com/future-gaming-programme-responsible-gambling-sport), nasce proprio con l’obiettivo di ripercorrere quanto accaduto nel biennio 2011-2012 in tema di calcio scommesse in Italia e in diversi paesi europei. Ma anche di riportare l’attenzione su quanto accade ogni weekend in numerosi campionati europei, ancora oggi interessati da fenomeni di match fixing. In tal senso saranno fondamentali le testimonianze portate dai protagonisti dell’informazione e dagli esperti del settore.

Relatori:

· – Scott Longley, Editorialista Gambling Compliance;

· – Francesco Baranca, Responsabile Area Legale SKS365;

· – Angelo Di Livio, ex Calciatore Juventus FC;

· – Maurizio Galdi, Editorialista Gazzetta dello Sport;

· – Umberto Rapetto, Generale Guardia di Finanza;

· – Laila Mintas, Responsabile Area Legale FIFA EWS;

Dopo una breve presentazione, sarà mostrato un estratto dalla trasmissione “Presadiretta” con l’intervista realizzata a Francesco Baranca. Seguiranno poi gli importanti interventi di Maurizio Galdi, autore dell’inchiesta realizzata dalla Gazzetta dello Sport, il Generale del Gat Umberto Rapetto, Angelo Di Livio, Scott Longley e Laila Mintas, che presenterà il lavoro svolto dalla FIFA EWS per il contrasto al match fixing, le problematiche esistenti nelle investigazioni e il ruolo della UE nella lotta al calcioscommesse.

Condividi tramite