L’ente che ha certificato le violazioni nel sistema di votazione on line nelle ‘Quirinarie’ grilline si chiama DNV business assurance. Un ente “accreditato per la certificazione dei sistemi di gestione aziendale per qualita’, ambiente, sicurezza e certificazione di prodotto”.

Il nome dell’ente certificatore, che ieri il deputato 5 Stelle Roberto Fico non aveva voluto rivelare alla stampa, lo svela oggi Claudio Messora, responsabile comunicazione del gruppo grillino al Senato.

Messora, sentito telefonicamente, spiega che nell’ambito della certificazione, l’ente non è riuscito a identificare l’origine di alcune votazioni. Una sorta di ‘troll’ che si sarebbero insinuati nel sistema di votazione: insomma, dei veri attacchi hackers. A

questo punto, spiega ancora Messora, la votazione si ripetera’ oggi (con le stesse modalita’ di ieri) ma “saranno innalzati i livelli di sicurezza”.

Condividi tramite