Se qualche anno fa le critiche alla moneta unica venivano derubricate a bizzarrie o, peggio, viste come atti di lesa maestà, sono oggi una consuetudine nel dibattito di ogni Paese europeo.

Ovunque fioriscono partiti che chiedono che la sovranità monetaria delle nazioni che adottano l’euro non venga calpestata dal centralismo di Bruxelles e Francoforte, che ha di fatto svuotato di gran parte delle loro funzioni i Parlamenti e le Banche nazionali nazionali, senza però sottoporsi al giudizio popolare.

Il fronte degli euroscettici è nutrito e non coinvolge solo i “sofferenti” Stati periferici. Si va dai tedeschi di Alternative fur Deutschland – come spiega su Formiche.net Giovanni Boggero – ai greci di Alba dorata, gli olandesi del Partij voor de Vrijheid, gli inglesi dell’Ukip e i belgi dell’Ldd, solo per citarne alcuni – come evidenzia sul Giornale Francesco De Palo.

Un fermento che sembra ora prendere piede anche in Italia, all’interno di un vero e proprio dibattito nazionale tra economisti e intellettuali – Paolo Savona, Antonio RinaldiClaudio Borghi, Giuseppe Guarino, Giorgio La Malfa e Alberto Bagnai alcuni di loro – fortemente critici verso l’attuale politica europea di austerity.

Questo attivismo è sfociato in un convegno organizzato lo scorso 13 settembre a Roma dal Dipartimento di Economia dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara per la presentazione del libro “Europa Kaputt (S)Venduti all’Euro” del docente, Antonio M. Rinaldi; un evento che alcuni osservatori hanno letto come la “prova tecnica” di un partito anti-euro italiano, sulla scia di quelli già citati.

Ecco di seguito tutti gli approfondimenti e i commenti che Formiche.net ha dedicato ai nuovi fermenti italiani anti-euro:

CRONACA
Beppe Grillo, ecco il piano anti euro: Fiscal Compact da stracciare e debito pubblico da rinegoziare di Michele Pierri

La rivolta degli economisti anti euro in Italia. Nomi, idee e voglie movimentiste di Fernando Pineda

È giunta l’ora di un partito anti euro anche in Italia? di Edoardo Petti

COMMENTI E ANALISI
Non è necessario un partito anti euro, ma… di Paolo Savona

La Germania sta distruggendo l’Europa. Parliamone di Antonio Maria Rinaldi

BLOG
Vi spiego perché questa Europa teutonica si spaccherà di Paolo Savona

La gabbia europea che ci sta immiserendo di Paolo Savona

FOTO
Savona e Rinaldi guidano la rivolta anti-euro? Le foto di Pizzi

Condividi tramite