Fama, Hansen e Shiller: ecco il trio statunitense che si aggiudica il Nobel per l’economia 2013. Premiati per le loro “analisi empiriche sui prezzi degli asset” dai quali è possibile analizzare l’andamento dei mercati finanziari. Si tratta di Eugene Fama (74enne) e Lars Peter Hansen (61enne), dell’Università di Chicago; Robert Shiller 67enne dell’Università di Yale.

Le motivazioni

La Royal Swedish Academy of Sciences, si legge nella motivazione, ha inteso premiare gli studi dei tre economisti in quanto sono riusciti ad analizzare la possibilità di prevedere l’andamento dei prezzi delle attività nel medio termine, da tre a cinque anni.

Fama
Il maggiore merito di Fama risiede nel fatto di essere riuscito a dimostrare che “i prezzi delle azioni sono estremamente difficili da anticipare nel breve termine”. Sin dagli anni Sessanta è stato impegnato nel dimostrare che “i prezzi delle azioni sono estremamente difficili da anticipare nel breve termine, e che le nuove informazioni vengono velocemente incorporate”. Per cui la sua ricerca è stata finalizzata ad applicare il rigore empirico e scientifico al campo della gestione degli investimenti, trasformando di fatto il modus di intendere la finanza.

Hansen
Hansen invece è il “padre” del metodo generalizzato dei momenti, utilizzato nell’ambito della finanziaria. Dapprima ha studiato i metodi statistici in tempo per indagare una parte di un modello economico senza dover specificare pienamente e valutare tutti le componenti del modello.

Shiller 

In ultimo Shiller, insieme agli economisti Karl Case e Allan Weiss nel 1991 è stato al vertice del team che ha creato l’indice Case Shiller sull’andamento dei prezzi delle case negli Usa, ulteriormente sviluppato poi da Fiserv e Standard & Poor’s. Secondo l’agenzia Bloomberg è tra i 100 economisti più influenti al mondo anche perché ha previsto la crisi Lehman. Il suo volume maggiormente significativo è Market Volatility del 1989, in cui valuta da un punto di vista matematico le fluttuazioni dei prezzi nei mercati speculativi. Lo stesso Shiller in una delle sue primissime dichiarazioni, ha scherzato con i giornalisti proprio sul suo volume dicendo: “Leggete il mio libro”.

Il premio per l’economia, che si somma agli altri per medicina, chimica, fisica, letteratura creati da Alfred Nobel nel 1895, fu ideato dalla Banca centrale di Svezia nel 1968, in segno di celebrazione per la scomparsa dello stesso Nobel.

Condividi tramite