L’Italia conquista un piccolo posto al sole nella classifica dei migliori “pensatoi” al mondo stilata nell’ambito del Ranking Think Tanks 2013 dell’Università della Pennsylvania.

LA PRESENTAZIONE ALL’ISPI
Il Ranking 2013 – giunto alla settima edizione – è stato presentato ieri all’Ispi in anteprima per l’Italia e in contemporanea con la divulgazione dei risultati alla Banca Mondiale, all’Onu, all’Asian Development Bank, a Londra (Chatham House), a Berlino (SWP), e altri ancora.

LA PRESENZA ITALIANA
Buona, e in miglioramento, la presenza italiana con la conferma di Ispi, Iai e Istituto Bruno Leoni fra i Top 100 mondiali e i Top 75 dell’Europa occidentale e altri 6 istituti inseriti in una delle graduatorie del rapporto.

CONFERME AL VERTICE
Brookings Institution (Stati Uniti), Chatham House (Gran Bretagna) e Carnegie Endowment for International Peace (Stati Uniti) si confermano, anche nel 2013, ai primi tre posti mondiali fra i 6.800 Istituti di ricerca esaminati da circa 2.000 valutatori internazionali.

L’EXPLOIT DELL’ISPI
Ma l’Italia non si è difesa solo nella classifica tradizionale. Particolarmente significativa è stata anche l’affermazione dei centri del nostro Paese nelle categorie speciali del Ranking 2013.
L’Ispi, ad esempio, risulta al primo posto tra i think tank di medie dimensioni (ovvero con un budget inferiore ai 5 milioni di dollari), quarto nella categoria “Best policy study produced” (dopo Brookings Institution, Chatham House e McKinsey Global Institute) e nella categoria “Think Tank to watch” e sesto nella categoria “Best managed Think Tank” (dopo Brookings Institution, Chatham House, Rand Corporation e Bruegel) e in buona posizione in altre categorie.

LE ALTRE CATEGORIE SPECIALI
Lo stesso dicasi per lo Iai che risulta nono nella sezione “Best Institutional Collaboration”; per la Fondazione Italianieuropei, ventiquattresima nella categoria “Best Think Tank with political party affiliation”; la Fondazione Mattei, in trentanovesima posizione tra i “Top Environment Think Tank” (oltre che Top 150 worldwide); l’Iccg al sessantaduesimo gradino nella categoria “Top Environment Think Tank”; il Cesi sedicesimo nella categoria Think Tank di medie dimensioni; e Eupolis Lombardia, quinto nella sezione “Best new Think Tank”.

La versione completa del rapporto sarà consultabile a breve a questo link.

Condividi tramite