Possono piacere o dispiacere. Si possono apprezzare o meno. Le loro idee si possono condividere o no. Ma un merito non secondario va loro riconosciuto. Mentre molti politici vellicano per puro spirito elettoralistico gli umori anti Europa e anti euro che nascono anche dalla recessione e dalla disoccupazione – effetti nefasti indiretti della teutonica austerità – loro da tempo e senza finalità politico-partitiche si sono fatti robusti alfieri di possenti eppure ragionate teorie su come sia cosa buona e giusta ripensare dalle fondamenta l’unione monetaria europea, prospettando soluzioni da piano B per superare l’euro.

Fantapolitica? Si vedrà. Quello che è certo è i tre prof. in questione – Alberto Bagnai, Claudio Borghi e Antonio Maria Rinaldi – sono stati corteggiati a lungo da movimenti e partiti politici. Ma solo uno si è fatto sedurre: Borghi è un candidato di spicco alle Europee per Lega.

Che il movimento di Matteo Salvini stia assecondando umori popolari anti euro per corroborare i consensi alle elezioni del 25 maggio, cercando di far dimenticare le tribolazioni vissute dal Carroccio oltre che passate infatuazioni per una macroregione europea legata alla Baviera, è indubbio. Ma come ha spiegato ieri in un post sul suo blog Alberto Bagnai, è stato Salvini a “sposare” le tesi di Borghi, più che il contrario. Per questo Bagnai si appresta a votare Borghi alle Europee, dopo che in un recente passato sia il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo sia Gianni Alemanno per Fratelli d’Italia-An hanno invitato l’autore del “Tramonto dell’euro” a diversi convegni e seminari (qui il profilo di Bagnai che suscitò un botta e risposta con l’autore dell’articolo Edoardo Petti). Ma evidentemente, come sottolineato da Rinaldi in un post che fa ancora il giro della Rete, il programma sull’euro dei grillini è piuttosto vago e non convince i prof. anti euro.

Ma se Bagnai ha detto per chi voterà, che cosa farà Rinaldi? La firma-blogger di Formiche.net, contattato ieri sera dal direttore Michele Arnese, ha promesso a breve un post chiarificatorio su questo sito. Anche dopo la partecipazione di Rinaldi al congresso di Fratelli d’Italia-An in cui elogiò le parole di Giorgia Meloni. Ma, a sorpresa per alcuni addetti ai lavori, il nome di Antonio Maria Rinaldi non compare nelle liste di FdI-An alle Europee. Qualche indizio sulle intenzioni di Rinaldi si può evincere da un tweet in cui ha cinguettato che “Borghi è il garante anti euro”.

Ma sarà il prossimo post di Rinaldi su Formiche.net a svelare la “dichiarazione di voto” del prof.

Ecco i più recenti articoli di approfondimento sui prof. anti euro:

Idee e segreti di Bagnai, Borghi e Rinaldi

Tutte le idee di Alberto Bagnai

Chi è Claudio Borghi

Il video in cui Borghi e Michele Boldrin battibeccano

Un profilo di Antonio Maria Rinaldi

Tutti gli articoli di Bagnai su Formiche.net

Ecco gli interventi di Borghi pubblicati su Formiche.net

Le analisi di Antonio Maria Rinaldi per Formiche.net

Condividi tramite