Quanto è ecosostenibile il settore bancario italiano? L’indagine di Ecba Project

Quanto è ecosostenibile il settore bancario italiano? L’indagine di Ecba Project

Quanto sono “green” le banche italiane? A chiederselo è Ecba Project, che ha realizzato un’indagine sulla sostenibilità ambientale del settore bancario nel contesto dell’economia nazionale, analizzandone le prestazioni ambientali dirette e indirette, e proponendo indicatori per la valutazione ambientale del merito di credito.

I DUBBI DA CHIARIRE

Ecba si è chiesta in che modo gli istituti di credito allocano i risparmi dei cittadini, se nell’erogazione del credito tengono conto delle prestazioni ambientali dei clienti e se il sistema è orientato a sostenere attività ad alto impatto ambientale e sanitario, oppure tende a finanziare attività eco-sostenibili.

I RISULTATI DELLA RICERCA

Dalla ricerca (parte di un lavoro più ampio sui costi esterni ambientali dei settori dell’economia italiana) emerge che, anche se il settore bancario non ha effetti ambientali diretti particolarmente impattanti, nell’erogazione del credito, invece, appare molto sbilanciato nel finanziamento di attività in settori con elevate esternalità ambientali (i costi esterni del portafoglio prestiti del sistema creditizio, calcolati come media ponderata per gli impieghi bancari dell’intensità dei danni sanitari e ambientali dei diversi settori di attività economica, sono pari a 45 euro ogni 1.000 di valore aggiunto generato dalle imprese). Un valore considerato eccessivo e insostenibile nel lungo termine, soprattutto se confrontato con l’intensità dei costi esterni per il complesso delle imprese italiane.

LE RELAZIONI CON I PRESTITI

L’indagine di Ecba ha anche analizzato le possibili relazioni fra sostenibilità ambientale e tassi sui prestiti nei diversi settori dell’economia. Il livello dei tassi dovrebbe rappresentare il livello complessivo di rischio del finanziamento e, quindi, integrare anche l’esposizione ai costi esterni imputabili alle attività d’impresa. Ciononostante, dall’analisi non emergono evidenze di una correlazione premiante fra efficienza ambientale di settore e livello medio del tasso d’interesse settoriale. Al contrario, sembra addirittura verificarsi il suo opposto: molti dei settori ritenuti dalle banche più solidi dal punto di vista finanziario sono in realtà molto esposti alle esternalità ambientali, e viceversa. Al contrario, i settori via via più virtuosi sotto il profilo ambientale sono tendenzialmente gravati da tassi elevati.

ultima modifica: 2014-09-10T08:30:13+00:00 da Redazione

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: