Erasmus+ e Garanzia Giovani, l’appuntamento per capire come funzionano

Erasmus+ e Garanzia Giovani, l’appuntamento per capire come funzionano
L’iniziativa organizzata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani per puntare i riflettori sugli strumenti messi a disposizione dall’Europa, come Erasmus+ e Garanzia Giovani, utili a supportare le giovani generazioni nel mercato del lavoro.

“Gioventù Italiana, una garanzia per l’Europa”. Si chiama così l’iniziativa dell’Agenzia Nazionale per i Giovani che chiama a raccolta più di 200 giovani, associazioni, enti locali, gruppi informali di tutta Italia per dare spazio e voce alle loro idee, nell’ambito del Semestre Europeo di Presidenza italiana.

Appuntamento il 5 e 6 novembre a Roma al Tempio di Adriano con l’obiettivo di puntare i riflettori sugli strumenti messi a disposizione dall’Europa, come Erasmus+ e Garanzia Giovani, utili a supportare le giovani generazioni ad acquisire conoscenze e competenze spendibili nel mercato del lavoro.

I lavori delle due giornate saranno aperti dal Direttore Generale dell’Ang Giacomo D’Arrigo, il Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale Calogero Mauceri, il Sottosegretario con delega agli affari europei Sandro Gozi, la direttrice della Direzione Gioventù e Sport della Commissione Europea Chiara Gariazzo, dal Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, Cesare Damiano e da Bruno Busacca, responsabile delle segreteria Tecnica del Ministro del Lavoro per fare un punto su Garanzia Giovani.

A moderare i loro interventi Paolo Migliavacca di Vita che presenterà anche alcuni testimonial che, nella passata programmazione, hanno beneficiato delle risorse dei programmi europei e ne metteranno in luce le ricadute in termini personali ed occupazionali.

I veri protagonisti della due giorni romana saranno però i ragazzi che, nel tempo massimo di 10 minuti per gruppo (totale 15 gruppi) nel corso della giornata del 6 novembre – moderata da Federico Taddia di Radio24 – presenteranno, le loro proposte progettuali di fronte ad una giuria e al Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alla Gioventù Luigi Bobba e a don Luigi Ciotti, presidente dell’Associazione Libera. Verrà quindi premiato, alla presenza di Silvia Costa, il miglior progetto al quale sarà dato ampio spazio di visibilità per valorizzare il protagonismo giovanile e la partecipazione attiva delle nuove generazioni.

All’interno delle due giornate è previsto anche il saluto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti.

ultima modifica: 2014-11-02T18:29:30+00:00 da Redazione

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: