Lettera aperta a Matteo Renzi sul Cnel

Lettera aperta a Matteo Renzi sul Cnel

Al Presidente Renzi,

Ella, per un presunto risparmio di 10 milioni/anno, ha messo il CNEL in stato comatoso. I consiglieri non saranno più rimborsati ma il CNEL continuerà a costare: 80 impiegati (cosa faranno?), 5 dirigenti, 8 carabinieri, una villa da pulire, riscaldare, custodire.

Insomma, Villa Lubin continuerà a costare, senza produrre nulla. Complimenti. Solo l’Italia, tra i Paesi Ue e del mondo civile, non avrà un CNEL ossia una sede di confronto tra le parti sociali. Chi terrà gli archivi contrattuali? Chi redigerà i RAPPORTI ANNUALI sulla P.A.?

Tocca a Lei decidere, in ritardo… anche se il processo di revisione costituzionale resta lunghissimo. Buona notte, anche se dovrebbe essere piena di incubi quelli prodotti da Davide Lubin.

Ad maiora!

Stefano Biasioli

N.B. RENZI, perché non chiude il Quirinale e non destina Villa Lubin al nuovo Presidente della Repubblica, chiunque sia?

ultima modifica: 2015-01-27T16:57:07+00:00 da Stefano Biasioli

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: